Londra – Sir Stirling Moss, uno dei miti viventi dell’automobilismo sportivo, ha compiuto 80 anni. E’ nato a Londra il 17 Settembre 1929. Nella storia della Formula 1 è il pilota che ha vinto il maggior numero di gran premi, 16, senza aver mai vinto il titolo mondiale. Proprio a causa di questo suo curioso destino viene ricordato come l'”eterno secondo”. Terminerà con questa posizione in classifica finale nei mondiali 1955, 1956, 1957 e 1958. Nel 1962, quando stava lottando per la leadership, la sua carriera terminò contro un muro di Goodwood, durante una gara minore. Moss finì in coma, al risveglio si ritrovò parzialmente paralizzato e decise di appendere il casco al chiodo. Ha disputato 66 gran premi e oltre le 16 vittorie ha ottenuto complessivamente 24, 16 pole position, 19 giri. In F.1 ha corso dal 1951 al 1962 con  Connaught, Cooper, Maserati, Mercedes-Benz, Vanwall, Brm Lotus  e Ferguson. Ma è stato un pilota che ha vinto in tutte le categorie ponendo sempre il suo sigillo vittorioso: ruote coperte, ruote scoperte, campionati minori e Formula 1, gare di durata e persino rally. In tutto 585 gare con 84 auto diverse.
Tra le sue epiche imprese una può essere ritenuta la più memorabile. Nel 1955, Moss alla guida di una Mercedes 300 SLR, vinse la Mille Miglia in coppia con il giornalista Denis Jenkinson. Come?. Incredibile ma vero! Moss percorse i 1.597 km da Brescia a Roma e ritorno in 10 ore, 7 minuti e 48 secondi, alla strabiliante media di oltre 157 km/h. Gli ultimi 133 km, nei rettilinei (strade statali dell’epoca) tra Mantova a Brescia, furono percorsi alla media di 259 all’ora. (ore 09:00)
Nella foto: Sir Sirling Moss ieri e oggi.

NO COMMENTS

Leave a Reply