Torino – Dalla Cisitalia del 1947 alla 2uettottanta del 2010, passando attraverso la Flaminia Presidenziale. Queste alcune delle pietre miliari del design Pininfarina in mostra nel nuovo Museo Nazionale dell’Automobile di Torino, che apre i battenti il 20 marzo.
Tra le 200 vetture in esposizione nel rinato Museo dedicato alla storia delle quattro ruote non poteva mancare la Cisitalia 202. La “scultura in movimento”, secondo la definizione di Arthur Drexler, può così di nuovo essere ammirata dal pubblico, dopo un accurato restauro conservativo ultimato nel 2009 nella sede Pininfarina di Cambiano (Torino). Un esemplare identico è ancora oggi in esposizione al MoMA di New York, dove la Cisitalia era stata definita “una delle otto più belle vetture del nostro tempo”. Realizzata su telaio tubolare e costruita in piccola serie (circa 170 esemplari, compresi i cabriolet) con scocca di alluminio saldata a un’ossatura d’acciaio, la sua impostazione formale segnò una svolta decisiva dello stile automobilistico e consacrò il Fondatore Pinin Farina anche Oltreoceano. Lo stesso François Confino, lo scenografo autore del nuovo allestimento del Museo di Torino, ha dichiarato nei giorni scorsi: “La più bella del Museo? La Cisitalia. Se dovessi rubarne una, ruberei quella”.
Tra le vetture che hanno segnato la storia del design Pininfarina, il Museo ospita la Flaminia Presidenziale, uno dei quattro esemplari realizzati per il Presidente della Repubblica Italiana ed ancora oggi utilizzata nelle grandi parate di Stato. La vettura fu progettata e costruita da Pinin Farina nel 1960 su richiesta del presidente della Repubblica Giovanni Gronchi. L’esemplare esposto a Torino fece la prima uscita ufficiale nel 1961, in occasione della visita della regina Elisabetta d’Inghilterra.
L’attualità del design Pininfarina è rappresentata dall’ultima concept car in ordine di tempo, la 2uettottanta, con la quale Pininfarina ha festeggiato nel 2010 gli 80 anni di attività e, al tempo stesso, ha reso omaggio all’Alfa Romeo, che nel 2010 festeggiava i 100 anni di vita. 2uettottanta si è appena aggiudicata al Salone di Ginevra il “Car Design of the Year Award” per il miglior design automobilistico del 2010 nella categoria concept car. Sempre a Ginevra, il design team di Pininfarina è stato premiato dalla rivista ceca AutoDesign&Styling con l’”AutoDesign Award”.
<<Siamo grati al Museo per aver dato spazio alle nostre creazioni del passato e del presente – dichiara il presidente Paolo Pininfarina – dando così il giusto riconoscimento al design Pininfarina, che ha saputo attraversare le epoche mantenendo un livello d’eccellenza. La nuova struttura, così sapientemente curata in modo da ricreare un percorso affascinante, dinamico e interattivo attraverso le vetture e gli accadimenti che hanno segnato la storia dell’automobile, è un segnale importante di vitalità per Torino, capitale indiscussa dell’automobile, e siamo certi che diverrà un nuovo polo di attrazione della vita culturale cittadina>>.
In un’apposita area pensata principalmente per gli studenti che aspirano ad intraprendere una carriera nel mondo del design automobilistico, i visitatori del Museo potranno ascoltare le interviste a Paolo Pininfarina e ad altri celebri designers automobilistici e conoscerne così il loro percorso formativo e professionale, le loro fonti di ispirazione, l’origine della loro vocazione al design, i loro progetti più celebrati e anche quelli che il mercato non ha accolto come speravano, le vetture di cui avrebbero voluto avere la paternità e i progetti che li hanno più appassionati, i loro maestri e i loro discepoli, e soprattutto un messaggio rivolto al futuro e alle tematiche che il designer di domani dovrà affrontare. (ore 10:15)