Stoccolma – Nessun’altra concept car nella storia di Volvo è stata più importante della Volvo SCC (Safety Concept Car) per i progressi tecnologici della casa automobilistica.  A dieci anni dal suo debutto mondiale, avvenuto a Detroit nel 2001, la SCC ha al suo attivo una carriera a dir poco “fantastica”.
Ha determinato l’inizio della leadership dell’azienda nell’ambito della sicurezza attiva. Circa 15 delle soluzioni tecniche avanzate presenti sui modelli Volvo attuali sono state introdotte con la Volvo SCC.
Da un punto di vista stilistico, la SCC ha inoltre ispirato la linea della riuscitissima Volvo C30.
La Volvo SCC è un perfetto esempio del risultato di un lavoro di squadra scaturito dalla stretta collaborazione fra gli ingegneri e gli esperti di stile di Volvo Auto.
<<I veicoli concept sono generalmente studi stilistici o tecnologici che hanno l’obiettivo di offrire al pubblico un’anteprima del futuro. La Volvo SCC, tuttavia, ha avuto un impatto particolare per i suoi interessanti contenuti stilistici e high-tech. Questa concept è un primo esempio di come progettiamo le nostre automobili in base ai desideri, alle esigenze ed alle desiderate comunicateci dai nostri clienti>>, commenta Stefan Jacoby, presidente e Ceo di Volvo Car Corporation.
Uno dei principali obiettivi del gruppo incaricato del progetto era dimostrare che era possibile abbinare un livello di sicurezza eccellente a una linea sportiva e filante, il tutto racchiuso in una vettura dalle dimensioni compatte.
<<Quando abbiamo iniziato a sviluppare questa concept car, verso la fine degli anni ’90, Volvo era conosciuta principalmente come casa costruttrice di automobili per famiglie progettate per offrire agli occupanti il massimo della protezione in caso di collisione. La SCC ha segnato l’inizio di un nuovo approccio che attribuiva un valore ancora maggiore alla sicurezza degli occupanti, assegnando alla vettura il compito primario di contribuire innanzi tutto a evitare le situazioni pericolose e gli incidenti – spiega Östen Strandberg, al tempo responsabile dello sviluppo della Volvo SCC – Grazie alla Safety Concept Car, una vettura realmente guidabile, abbiamo avuto la possibilità di dimostrare che tutte queste intelligenti soluzioni per la prevenzione degli incidenti erano una realtà concreta. E’ giusto dire che il successo del progetto SCC ha stimolato Volvo a precorrere i tempi e a dedicarsi al perfezionamento dei sistemi di sicurezza attiva>>.
La Volvo SCC suscitò un enorme interesse quando venne presentata di fronte a un pubblico numerosissimo presso lo stand di Volvo al Salone dell’Auto di Detroit nel gennaio del 2001. Quello stesso autunno, i rappresentanti della stampa mondiale avevano avuto l’opportunità di provare la concept car all’interno di un’area riservata dell’aeroporto internazionale di Siviglia, nel sud della Spagna. L’anno seguente, il primo ministro svedese Göran Persson fu una delle numerose persone che provarono l’automobile, e in seguito la vettura iniziò un lungo tour degli Stati Uniti, strappando enormi consensi da una costa all’altra del Paese.
<<Di fatto, l’attenzione che attirò fu di gran lunga maggiore di quanto osassimo sperare. Sono convinto che ciò sia stato dovuto principalmente al fatto che la SCC era una vettura bella da vedere oltre che tecnicamente avanzata e tutt’altro che complicata. Questo è esattamente il mix di caratteristiche che riflette l’approccio di Volvo e che continua a rimanere uno dei nostri punti di forza>>, sostiene Mikael Edvardsson, uno degli ingegneri responsabili della tecnologia integrata nella Safety Concept Car.
Nel 2002 iniziò il lavoro di traduzione degli studi tecnici presentati con la Volvo SCC in soluzioni tecnologiche di sicurezza pronte per entrare in produzione. Un anno dopo, Volvo Car Corporation avviò il progetto che avrebbe condotto al debutto mondiale della Volvo C30, avvenuto a Parigi nel 2006.
Oggi, dieci anni dopo il successo del primo debutto, è possibile trovare nella gamma di modelli di Volvo circa 15 delle soluzioni tecnologiche presentate sulla Volvo SCC. Si tratta di soluzioni tecnologiche che aiutano i guidatori di tutto il mondo a evitare incidenti di vario tipo e natura.
<<Per capire quante delle caratteristiche della SCC sono poi arrivate alla fase di produzione basta un piccolo ma significativo esempio:persino la livrea della vettura è stata utilizzata per automobili di serie; il colore della carrozzeria dell’esclusiva SCC somiglia in maniera sorprendente alla tinta Orange Flame presente fra i colori disponibili per la Volvo C30>>,  racconta Östen Strandberg.
Tuttavia, vi è sempre un’eccezione alla regola. Una delle caratteristiche della SCC che inizialmente suscitò il maggiore interesse non andò mai in produzione: i montanti A trasparenti a forma di Torre Eiffel facevano originariamente parte del progetto della C30, ma sono poi stati sostituiti con un’alternativa più convenzionale per problemi di solidità, complessità costruttiva e costo.
Di seguito sono elencate le soluzioni tecnologiche presenti sulla Volvo SCC che sono state poi implementate su alcuni degli attuali modelli di Volvo o sulla gamma completa di automobili.
– Sistema forward collision warning, ormai giunto alla sua generazione con la funzione di pedestrian detection, collision warning e frenata automatica completa. Vi è inoltre l’innovativo sistema city safety, attivabile a basse velocità, che fa parte della dotazione standard di numerosi modelli Volvo.
– Proiezione delle informazioni sul parabrezza: la visualizzazione delle informazioni nella parte superiore del parabrezza fa parte del sistema collision warning.
– Tecnologia per il monitoraggio della presenza di veicoli nei “punti ciechi” della vettura e conseguente segnalazione al conducente. Questa tecnologia è conosciuta con l’acronimo di Blis (sistema per il monitoraggio degli angoli ciechi della vettura).
– Sistema di segnalazione al conducente dei rischi legati al cambio di corsia non segnalato, conosciuto come sistema “lane departure warning e driver alert”.
-Sistema di controllo della velocità di crociera e mantenimento della distanza prestabilita dal veicolo che precede. L’attuale sistema Acc (Adaptive cruise control) resta attivo a tutte le velocità fino all’arresto completo della vettura nei modelli dotati di trasmissione automatica.
– Luci dei freni lampeggianti in caso di una frenata di emergenza, funzione nota come attivazione luci di emergenza in frenata.
– Telecamere di sicurezza:  è disponibile un sistema con telecamera per retromarcia integrata e telecamera montata all’interno della griglia anteriore per consentire a chi guida di avere una visuale a 180 gradi (optional). La telecamera è anche uno dei componenti chiave del sistema di pedestrian detection e collision warning.
– Proiettori anteriori attivi, in grado di seguire la curvatura della strada percorsa, noti come proiettori active bending. 
– Hmi (interfaccia uomo-macchina) decisamente più avanzata, consente di rendere tutti i comandi, le verifiche e gli accoppiamenti, con sorgenti esterne, tipo telefoni, iPod di una semplicità estrema. Queste funzioni racchiuse nelle schermo posto al centro del tunnel delle vetture Volvo viene denominato ” Volvo Sensus”.
– Sedile posteriore di sicurezza regolabile in altezza. Questa caratteristica la si ritrova sui nuovi modelli dotati di sedili rialzati integrati per bambini regolabili a due diverse altezze.
– Sistema di protezione per i pedoni: viene declinato nella struttura frontale e nel cofano ad elevato assorbimento di energia, oltre che nel sistema pedestrian detection.
– Sistema passivo di apertura porte e avviamento motore, disponibile come keyless go. 
– Comunicazione con l’automobile tramite telefono cellulare. l’applicazione della più sofisticata tecnologia “user friendly”, è disponibile tramite una applicazione mobile di recente sviluppo introdotta nella primavera del 2011.
Riassume Mikael Edvardsson: <<Quando la Volvo SCC è stata presentata al pubblico era una vettura dalle numerosissime soluzioni tecnologiche sensazionali. Se si considera l’interesse dimostrato dagli acquirenti di automobili per i sistemi di sicurezza attiva, risulta chiaro come la concept car abbia precorso di molto i tempi. E’ un dato di fatto che Volvo è e resterà all’avanguardia in fatto di sicurezza automobilistica>>. (ore 09:30)