Rüsselsheim – 1962, boom economico. Viene lanciata la Opel Kadett A, che inaugura il segmento delle compatte moderne in Germania e rende la mobilità alla portata di un ceto medio in espansione. Le versioni erano tre, una delle quali la berlina due porte che segnò l’inizio della serie di successi registrati da Opel con le proprie compatte tre volumi.
Cinquant’anni dopo, la nuova Astra Sedan 4 porte celebra l’anteprima mondiale al Salone dell’Automobile di Mosca (29 agosto – 9 settembre 2012), rappresentando dal punto di vista storico una pietra miliare nell’ambito della tradizione Opel nel segmento delle berline compatte.
È un anniversario all’interno di un anniversario: quest’anno infatti Opel festeggia i 150 anni dalla sua fondazione. Pochi altri costruttori d’auto vantano una storia così lunga. La prima compatta di Opel risale addirittura al 1936, 76 anni fa, quando fu realizzata la Kadett. Finora Opel ha messo sul mercato dieci generazioni di compatte, per vendite equivalenti a 22 milioni di vetture.
Dalla Kadett A del 1962 alla Kadett B (1965 – 1973), nota per il suo slogan pubblicitario “Opel Kadett: Das Auto”, fino all’attuale gamma Astra, c’è sempre stata una versione berlina nel segmento delle compatte Opel. L’unica eccezione è la gamma Kadett D (1979 – 1984), la prima vettura a trazione anteriore di Opel, che fu lanciata senza la versione berlina, un vuoto che venne colmato nel 1985 con l’arrivo della generazione successiva. Da allora Opel ha sempre avuto in gamma una versione berlina 4 porte.
 
Le berline compatte Opel
Kadett A (1962 – 1965): due porte
Kadett B (1965 – 1973): due e quattro porte
Kadett C (1973 – 1979): due e quattro porte
Kadett E (1984 – 1991): la berlina quattro porte torna nel 1985.
Astra F (1991 – 1997): quattro porte a partire dall’inizio del 1992
Astra G (1998 – 2004): quattro porte dall’autunno del 1998
Astra H (dal 2004): quattro porte dall’autunno del 2007
Astra J (dal 2009): la quattro porte completa la gamma della nuova Astra a partire dall’autunno 2012