Con l’arrivo dell’inverno e l’abbassamento delle temperature, è facile che la batteria dell’auto possa avere alcuni problemi e spesso, fino a quando non dà problemi, per la maggior parte degli automobilisti è “invisibile” fino a quando il motore non rifiuta di accendersi, evento appunto più frequente nelle stagioni fredde.

Un dato confermato anche da una recente ricerca condotta da Johnson Controls, la più grande azienda a livello globale nella produzione di batterie per il settore auto, che attraverso il test batteria Varta in più di 5.000 officine ha verificato la qualità delle batterie degli automobilisti di 5 Paesi europei, tra cui l’Italia. Secondo quanto emerso dai risultati, il 26% dei 67.000 veicoli presi in esame ha una batteria d’auto in cattive condizioni, media che raggiunge il 32% se si considerano le automobili analizzate in Italia.

Perché si scarica la batteria? Ecco quattro motivi e anche quattro consigli per evitare che accada.
1. Temperature estreme

Le temperature elevate possono far perdere carica alla batteria. Sfortunatamente il problema si scopre spesso quando è troppo tardi. Questo inconveniente si può prevenire adottando semplici accorgimenti, come ad esempio evitare di lasciare l’auto parcheggiata al sole e far controllare periodicamente la batteria da un meccanico qualificato.

Se è necessario sostituire la batteria, servono attrezzi speciali e una buona dose di competenza per via dell’interconnettività con gli altri componenti elettrici dell’auto. Se il circuito elettrico che collega la batteria al sistema computerizzato viene interrotto, infatti, i dati nelle unità di controllo e nei sistemi di infotainment potrebbero andare persi e potrebbe essere necessario riprogrammare i componenti elettronici quali radio e finestrini.

2. Utilizzo irregolare

Molti automobilisti credono che a veicolo spento non venga utilizzata la corrente elettrica della batteria. Non è esatto. Alcuni sistemi, come allarmi e chiusure, funzioni di avviamento senza chiave e navigazione, hanno bisogno di elettricità anche quando l’auto è parcheggiata.

Se l’auto rimane ferma per qualche settimana, quindi, potrebbe non accendersi più. Questo evento si verifica più spesso quando fa freddo o se la batteria è vecchia. Guidare l’auto una volta alla settimana per almeno 10 minuti può aiutare a prevenire problemi di accensione.

3. Tragitti brevi

Quando si percorrono solo brevi distanze la batteria non è in grado di ricaricarsi completamente. In inverno, i componenti che più richiedono energia, quali lunotti e sedili riscaldati, scaricano ulteriormente la batteria. Una volta al mese è consigliabile percorrere un tragitto lungo per ricaricare la batteria con l’alternatore.

4. Età del veicolo

Più il veicolo è datato, maggiori sono le possibilità che possa ridursi la capacità di carica della batteria a causa di corrosione e solfatazione. È dunque bene controllare regolarmente la batteria della propria auto per assicurarsi che si ricarichi e funzioni correttamente.