Il concorso di customizzazione per concessionari Harley-Davidson in questo 2018 diventa davvero globale, con moto provenienti praticamente da tutto il mondo. Per la sua quarta e più grande edizione, infatti, Battle of the Kings vedrà oltre 200 concessionari H-D sfidarsi con le loro creazioni a due ruote. Si allargano anche le possibilità di scelta: per il 2018 potrà essere usato qualsiasi modello della gamma Dark Custom. La lista, quindi, diventa molto allettante: Street 750, Street Rod, Iron 883, Forty-Eight, Roadster e i due modelli della rinnovata gamma Softail, vale a dire Street Bob e Fat Bob.

“La Battle of the Kings – commenta Steve Lambert, direttore marketing Harley-Davidson International – dimostra la conoscenza profonda che vantiamo in tutta la nostra rete in tema di personalizzazione, design e costruzione. Funziona anche da ispirazione per i nostri clienti, che possono montare sulle proprie moto parti analoghe. Dopo le spettacolari creazioni del 2017, non vedo l’ora di vedere cosa ci porterà la Battle of the Kings 2018”.

Le regole da seguire sono semplici: il budget per la customizzazione non deve superare i 6.000 euro (più manodopera e tasse) e la special realizzata deve essere omologabile per la strada. Il contest, fino a novembre 2018, prevede una competizione in ciascun Paese partecipante per eleggere il Custom King vincitore in ciascun mercato, quindi la fase finale che metterà a confronto diretto i campioni nazionali. L’incoronazione del Custom King assoluto avverrà in occasione di Eicma 2018, dove verranno anche esposte tutte le moto finaliste.

Se volete un assaggio, le moto che si giocano il titolo italiano saranno visibili al Motor Bike Expo, in programma a Verona dal 18 al 21 gennaio, in uno stand Harley-Davidson dedicato alla Battle of the Kings. L’anno scorso, ad aggiudicarsi il titolo di Custom King fu proprio una special italiana: la Bombtrack realizzata dalla concessionaria H-D Perugia.