Rignano sull’Arno – La gamma RR Enduro 4T 2015 si evolve acquisendo su tutti i modelli gli aggiornamenti della versione “RR 4T Factory MY14” e introducendo molte novità tecniche. Gli obiettivi principali sono stati: incrementare la leggerezza e la maneggevolezza della moto, migliorarne l’handling complessivo rendendole più facili da usare e più efficaci.
I componenti del blocco motore sono stati alleggeriti e ridisegnati, le cilindrate sono state ridotte per aumentare la maneggevolezza e ridurre i pesi specifici. Rispetto alle cubature più grandi del modello precedente, i valori assoluti di potenza e coppia rimangono invariati grazie a un nuovo profilo dell’asse a camme e a un nuovo sistema di scarico.
La principale novità della gamma RR Enduro 4T 2015 è il sistema ad iniezione elettronica montato sul modello 350. Il sistema è stato sviluppato insieme a Synerject e ha un corpo farfallato di diametro 42 mm. L’iniezione elettronica assicura un preciso controllo della carburazione in ogni condizione di utilizzo, la miscela aria-benzina viene ottimizzata a qualsiasi altitudine grazie ad un misuratore di temperatura e uno di pressione.
Tutta la gamma è equipaggiata con motori completamente rinnovati, nell’estetica e nella sostanza. Il peso complessivo è stato ridotto di 1kg sui motori 430 e 480, rispetto ai precedenti 450 e 498, e addirittura di 1,5kg per il 350 (derivato direttamente dal modello factory 2014) e per il 390 (che sostituirà il 400).
I carter centrali sono stati completamente riprogettati, sono stati alleggeriti e rivisitati internamente per alloggiare un nuovo sistema di trascinamento delle pompe olio, che risulta più semplice ed efficace grazie all’eliminazione di un ingranaggio. E’ stata ridisegnata la camera volani al fine di ridurre al minimo le perdite per pompaggio e tutta la geometria è stata rivista grazie all’introduzione di nervature che irrigidiscono il basamento del motore. Anche i coperchi, frizione e volano, hanno subito revisioni nell’ottica di togliere peso e, al contempo, aumentare la rigidezza dei particolari stessi.
La forcella Sachs Usd ha al suo interno numerose e importanti novità: nuovo disegno del pistone di estensione con geometria “a tre asole” al fine di migliorare e rendere più diretto il flusso d’olio in modo da assorbire in maniera più progressiva gli urti violenti. Per migliorare invece la scorrevolezza generale della forcella, particolarmente sull’attrito di primo distacco, è stato inserito un sistema di svincolo della molla dagli appoggi per eliminare l’attrito di torsione, è stato modificato il disegno delle canne e dei foderi aumentando la distanza tra i DU di scorrimento riducendone allo stesso tempo l’altezza, ed è stato, infine, ridisegnato il profilo della molla per garantirne un miglior inserimento all’interno della canna.
Nuovo il pistone interno con passaggi olio ridisegnati per migliorarne il flusso e ridurre il surriscaldamento dello stesso durante il funzionamento. L’ammortizzatore fornisce così delle prestazioni più stabili, precise e ripetibili anche se sottoposto a uso molto intenso.
Paracolpi manubrio ideale nella guida più estrema in fuoristrada e conforme agli standard richiesti dalle normative Fim. L’imbottitura della sella è stata riprogettata con schiumato più morbido.

SHARE
Elettra Cortimiglia
Generazione ‘95, è amante della musica, in particolare dei Linkin Park. Conosce il mondo dei motori perché si ritrova in famiglia due giornalisti d’auto. Per la serie: non c’è 2 senza 3! Gestisce una bellissima pagina Facebook dedicata ai Linkin Park e al vocalist della band.