Oltre un milione di Bmw sono coinvolte in un richiamo in Usa e, in modo più marginale, in Canada per colpa di anomalie e malfunzionamenti di alcuni componenti che potrebbero causare degli incendi. Tra i modelli interessati la Serie 3, la Serie 1 e i Suv X3 ed X5.

Secondo quanto riportato dalla Reuters, il numero di veicoli interessati potrebbe aumentare e non è da escludere che il richiamo possa estendersi anche ad altri Paesi. Possibilità paventata dallo stesso portavoce della casa tedesca, Michael Rebstock, il quale ha fatto sapere che Bmw sta svolgendo le dovute indagini interne.

Il richiamo d’Oltreoceano interessa, al momento, 670.000 Serie 3 prodotte tra il 2006 e il 2011, nelle quali un cablaggio del sistema di climatizzazione potrebbe surriscaldarsi. La National Highway Traffic Safety Administration degli Usa ricorda che il primo caso è stato riscontrato addirittura nel 2008, mentre l’ultimo incidente, in cui secondo Autonews ci sono stati anche dei feriti, è stato denunciato lo scorso settembre. Dal 2011, Bmw ha modificato il cablaggio incriminato, risolvendo il problema per la successiva produzione.

Un secondo richiamo coinvolge circa 760.000 unità da sottoporre a revisione non solo per il cablaggio ma anche per rischio di ruggine su alcune valvole che potrebbe, anche in questo caso, causare un incendio. I modelli interessati, oltre alla Serie 3, sono la Serie 1, Serie 5, X3, X5 e Z4, prodotte tra il 2007 e il 2011.