Bmw, Sergio Solero: “Ecco come affronteremo le sfide del futuro”

Il presidente di Bmw Italia a tutto tondo sul futuro del brand. La Bmw Digital Key sarà introdotta nel corso del 2018. Nuovi modelli: nel 2021 la Bmw iNext con guida autonoma di Livello 3. La famiglia X si amplierà con la Bmw X7. Nel 2020 la versione elettrica della X3.

Sergio Solero Bmw Italia

Il Salone di Ginevra catalizza l’attenzione di stampa e pubblico sulle quattro ruote come pochi altri eventi sanno fare. Anche quest’anno, al tradizionale incontro che precede l’apertura della kermesse ginevrina, il presidente e amministratore delegato di Bmw Italia, Sergio Solero, ha fatto il punto della situazione su quali saranno le sfide future della Casa tedesca e quali saranno le mosse per continuare a restare un brand di riferimento. Quattro i punti fondamentali sui quali concentrarsi: diventare una “tech company” in grado di offrire servizi a 360°, proseguire nella strategia di elettrificazione, proporre un’offensiva nel segmento alto di gamma e continuare il successo dei modelli della famiglia X (leggi la prova su strada della X2 appena arrivata).

Diventare una tech company

“Al Mobile World Congress di Barcellona che si è svolto la scorsa settimana – ha dichiarato Sergio Solero – abbiamo presentato alcuni esempi concreti di come la connessione digitale e intelligente tra la vettura e il conducente sia non solo possibile ma già oggi realizzabile. Un buon esempio è la Bmw Digital Key, che sarà introdotta nel corso del 2018 per facilitare la connettività ‘seamless’. In pratica attraverso il proprio smartphone (si inizierà con dispositivi Samsung con chip NFC, ndr) sarà possibile aprire la propria auto e condividere 5 copie digitali della chiave con altre persone, una vera e propria svolta nel rapporto con l’automobile e il suo utilizzo potenzialmente in sharing, anche privato”.

“Sempre a Barcellona – prosegue il presidente di Bmw Italia – abbiamo fatto una dimostrazione di guida autonoma di Livello 5 su una i3 e abbiamo presentato un’ulteriore eSIM che presto renderà possibile incorporare il veicolo stesso nel contratto di utilizzo del proprio smartphone, aprendo nuovi scenari in termini di servizi e opzioni disponibili. In tema di guida autonoma vorrei ribadire che oggi ci troviamo al Livello 2. Purtroppo devo dire che spesso si fa molta confusione su questi temi sbandierando tecnologie che al momento o non esistono o non sono legalmente impiegabili. Noi prevediamo di presentare il primo prodotto di Livello 3 vero nel 2021 con la Bmw iNext, un’auto sulla quale cominceremo a offrire in fase sperimentale tecnologia di Livello 4. Il Livello 5 verrà sviluppato dopo il 2020, in parallelo ai due step precedenti con fasi di test che vedranno i passeggeri salire a bordo delle auto senza essere coinvolti nella guida”.

L’elettrificazione

“Il Bmw Group – ha spiegato Sergio Solero – come promesso all’inizio dell’anno scorso ha consegnato nel 2017, in tutto il mondo, più di 100.000 veicoli elettrificati. In un anno rappresenta un’importante pietra miliare, ma questo per noi è soltanto l’inizio. Dal lancio della i3 nel 2013 abbiamo consegnato oltre 200.000 auto elettrificate ed entro il 2025 offriremo 25 modelli elettrificati. La quinta generazione della propulsione elettrica e della tecnologia delle batterie (disponibile a partire dal 2021, ndr) utilizzerà kit di elettrificazione modulari e scalabili che permetteranno a tutte le auto del Gruppo Bmw di essere equipaggiate con ogni tipo di motorizzazione”.

“Per il brand Bmw i, nato nel 2011, abbiamo registrato i marchi da Bmw i1 a i9, nonché da iX1 a iX9. Quest’anno vedremo il lancio della i8 Roadster, seguita nel 2019 da una Mini completamente elettrica. Nel 2020 arriverà la versione elettrica della X3 e nel 2021 la Bmw iNext. Oggi, la nostra offerta di vetture elettriche comprende nove modelli che coprono quasi tutta la gamma. Il recente annuncio relativo alla lettera d’intenti siglata con Great Wall per la produzione in Cina della futura Mini elettrica per il mercato locale, apre una nuova frontiera anche per questo brand che sta entrando in una nuova, consentitemi di dire, elettrizzante fase della sua vita”.

L’offensiva nell’alto di gamma

“Il lancio nella nuova Serie 7 a fine 2015 ci ha consentito di tornare leader in un settore per noi fondamentale, perché la nostra ammiraglia incarna tutti i valori del marchio in termini di tecnologia, design, lusso e connettività. In Italia abbiamo dato il nostro contributo posizionandola per due anni come l’automobile più venduta del segmento. Con il lancio della Serie 6 Gran Turismo (qui la nostra prova) e la rinascita della Serie 8 (presentata in anteprima come concept lo scorso anno a Villa d’Este, ndr) abbiamo dato un chiaro segnale dell’importanza di questo segmento per il futuro dell’azienda”.

L’X-Factor Bmw

“Il rilancio di questa gamma è iniziato nel 2016 con la nuova Bmw X1, che l’anno scorso è stata il modello più venduto della nostra gamma in Italia con 13.336 unità consegnate. Nei giorni scorsi abbiamo fatto la presentazione alla stampa italiana a Milano della neonata X2 (c’eravamo anche noi, leggi il primo contatto su strada della Bmw X2) e qui a Ginevra presentiamo la nuova X4, che arriverà sul mercato nel corso dell’estate. L’offensiva di modelli X è destinata ad ampliarsi ulteriormente con l’arrivo della Bmw X7, presentata come concept al Salone di Francoforte dello scorso anno, una vettura pensata soprattutto per il mercato americano e cinese ma che non mancherà di trovare estimatori anche nel vecchio continente”.