Concept

Un affascinante studio di design, assaggio di un prossimo modello atteso nel 2018, e una nuova interpretazione della mobilità urbana a zero emissioni su due ruote. GUARDA LA FOTO GALLERY.

La Serie 8 Concept è l’essenza di una moderna coupé Bmw realizzata con un affascinante studio di design, assaggio per un prossimo modello (la Serie 8 Coupé) il cui lancio è in programma nel 2018. Un nuovo modello per la classe di lusso, di cui la Serie 8 Concept rivela molto di ciò che verrà.

La silhouette si estende bassa e potente, i cerchi in lega leggera sono da 21 pollici e il diffusore scuro e stilizzato in fibra di carbonio nella parte inferiore dello spoiler posteriore aggiunge un po’ di leggerezza e un carattere sportivo al retro della vettura. Gli interni puntano all’essenziale, con un tipico ambiente ristretto da sportiva dove però abbondano i materiali di qualità di un’auto d’alta classe: Pelle Merino, finiture in fibra di carbonio e in alluminio lucidato a mano, leva del cambio e iDrive Controller realizzati in cristallo Swarovski con un look di quarzo affumicato.

BMW CONCEPT LINK

P90260579-highRes

La nuova interpretazione della mobilità urbana a zero emissioni su due ruote secondo Bmw si chiama invece Concept Link, uno studio di design ispirato alla Bmw Motorrad Vision Next 100 che abbina la connettività digitale alle esigenze della mobilità urbana su due ruote.

Ecco allora che la Concept Link mantiene collegato il motociclista mentre guida. Conoscendo già il programma di viaggio e le prossime destinazioni, può anche pianificare di conseguenza il percorso più veloce (o più interessante dal punto di vista panoramico), scegliendo inoltre la musica più adatta al viaggio qualora se ne volesse una.

Nella moto del futuro, il classico gruppo strumenti non c’è. Velocità, navigazione e informazioni sulla batteria vengono proiettate direttamente sul parabrezza, nel campo visivo del motociclista. Informazioni secondarie vengono trasmesse invece sul pannello sotto i manubri con superficie touch screen, che può essere usato per gestire l’infotainment e la connettività.

L’interazione tra veicolo e motociclista offre molte altre possibilità. A bordo della Bmw Concept Link, anche l’equipaggiamento del pilota è collegato alla moto. Per mettere in risalto questa connessione, un gesto sulla manica della giacca apre e chiude lo sportello scorrevole del vano bagagli.

Produzione limitata a 300 unità. Il motore è un 5.0 V8 da 600 cv. Ecco il video del nuovo prototipo Jaguar in azione al Nürburgring Nordschleife, dove si trova impegnato per un ciclo di test.

È la Jaguar più potente, più agile e più estrema di sempre. Si chiama XE SV Project 8 ed è stata presentata oggi da Jaguar Land Rover Special Vehicle Operations. Si tratta di una versione prototipo con una speciale livrea camo SVO Design della berlina sportiva da 600 cv, attualmente al Nürburgring Nordschleife per un ciclo di test.

Con questa versione elaborata del 5.0 litri V8 sovralimentato di Jaguar Land Rover, la Project 8 diventa la seconda auto Collector’s Edition del reparto SVO dopo la F-TYPE Project 7 del 2014. Saranno realizzate non oltre 300 unità, tutte assemblate a mano nel centro tecnico di SVO, a Coventry. Le specifiche complete verranno comunicate in occasione del suo debutto mondiale, il 30 giugno, al Goodwood Festival of Speed.

Una one–off da 680 cv, disegnata e costruita a Torino da Icona Group. Carrozzeria completamente in titanio, frutto di un lavoro di battitura a mano di oltre 10.000 ore.

Icona Design Group – azienda torinese specializzata in engineering, stile e manifattura – ha organizzato a Cannes, in concomitanza con il Festival del Cinema, una sessione di test clienti molto particolare. A disposizione nel molo dei miliardari nel porto Vauban di Antibes – proprio di fronte agli yacht degli ospiti del Festival – la one-off Vulcano Titanium.

Una supercar con carrozzeria realizzata completamente in titanio, frutto di un lavoro di battitura a mano di oltre 10.000 ore.

Il design è ispirato al jet da combattimento Lockheed Blackbird SR-71, con fiancate sagomate e forme che consentono di allontanare l’aria calda del motore e ridurre la turbolenza generata dalle ruote. Il motore è un 6.6 V8 montano anteriormente con una potenza di 680 cv e 820 Nm di coppia che permettono alla one-off di raggiungere 100 km/h in 2,8 secondi e una velocità massima di 355 km/h. La potenza è scaricata sulle ruote posteriori e la trasmissione è automatica con paddles al volante.

Fondata nel 2010, Icona nasce a Torino, dove si concentra il know-how di molte realtà automotive riconosciute in tutto il mondo. Oggi conta più di 100 fra designer, modellisti, ingegneri e project manager da 15 Paesi diversi, con sedi a Torino, Shanghai e Los Angeles.

Design all’avanguardia e soluzioni innovative come la guida autonoma in caso di safety-car e cockpit trasparente per vivere il gran premio insieme al pilota.

Mentre si appresta a celebrare i 40 anni di presenza in Formula 1, Renault con la concept-car R.S. 2027 Vision prova a immaginare il futuro. La concept infatti è una visione di una possibile monoposto del 2027 e riprende una parte del dna della sua prima antenata, la Renault RS01 del 1977, come il motore V6 turbo (per la parte termica) e qualche dettaglio come l’alettone posteriore periferico e i colori della carrozzeria nero e giallo, tinte tradizionali delle F1 firmate Renault Sport.

Oltre a essere un’idea di una possibile monoposto del futuro, la R.S. 2027 Vision dimostra anche l’impegno di Renault nella Formula 1 e le innovazioni tecnologiche che la massima categoria motoristica delle quattro ruote consente di sviluppare. Ecco quindi che tutto è concepito in un’ottica di miglioramento delle performance e dello spettacolo. La sicurezza resta naturalmente una priorità della Formula 1 e per questo sono state operate scelte estremamente incisive per rendere questo sport sempre più sicuro.

Renault_90093_it_it

È per questo che la R.S. 2027 Vision presenta funzioni di guida autonoma (come la guida assistita in caso di safety car), cockpit chiuso per proteggere il pilota (una “bolla” aerodinamica realizzata in policarbonato ultraresistente) e due aste di sicurezza in titanio che nel caso in cui il veicolo si ribalti fuoriescono in pochi millesimi di secondo.

Per riportare l’uomo al centro della Formula 1, Renault non ha trascurato gli aspetti tecnici. La potenza complessiva della R.S. 2027 Vision è di 1 megawatt e il peso è limitato a soli 600 kg. La potenza del sistema di recupero dell’energia è di 500 kW (contro i 120 kW di una F1 di oggi) grazie alle due unità di tipo ERS-K, una nella parte anteriore e l’altra nella parte posteriore. Una disposizione dei motori che permette di contare su quattro ruote motrici, una trazione inedita per una monoposto da corsa, e su quattro ruote sterzanti.

Renault_90122_it_it

Ma F1 significa spettacolo. Per rispondere all’evoluzione del pubblico, Renault immagina che la Formula 1 si reinventi anche come show. Con il suo cockpit trasparente, la concept R.S. 2027 Vision offre al pubblico una vista a 360° del pilota al volante. Il casco del pilota, a sua volta trasparente, permette di vederne il volto e osservare le reazioni, mentre luci Led attive integrate nelle ruote forniscono informazioni come la posizione in pista o la situazione energetica del veicolo.

Sono il Suv a cinque posti K550 e il Suv a sette posti K750, presentati al Salone di Shanghai e sviluppati per Hybrid Kinetic Group.

Il Salone di Shanghai 2017 ha visto il debutto di un’intera gamma di veicoli ecologici sviluppati da Pininfarina per Hybrid Kinetic Group. In anteprima mondiale sono stati presentati il Suv a 5 posti K550 e quello a 7 posti K750, mentre la berlina di lusso H600 svelata allo scorso Salone di Ginevra ha avuto il suo debutto asiatico.

Le tre vetture sono dotate di micro-turbina con funzione di range extender e di super batterie. Le micro-turbine utilizzano la più recente tecnologia aerospaziale e possono fornire elettricità per caricare le batterie in qualsiasi momento (senza necessità quindi di una colonnina di ricarica), mentre la batteria ad alta densità sviluppata da Hybrid Kinetic Group consente un tasso di recupero energetico superiore al 30% e una portata pari a oltre 1.000 km. Altra caratteristica delle micro-turbine è la loro durata prevista: 50.000 ore, con manutenzione richiesta ogni 10.000 ore.

127743_broadcast03

Gli interni dei prototipi K750 e K550, invece, si distinguono per uno stile di design radicalmente futuristico combinato con l’utilizzo di Alcantara, il pregiato materiale che nasce nel cuore dell’Umbria (leggi anche la nostra visita al sito produttivo Alcantara).

Il debutto al Salone di Shanghai di questi prototipi arriva a distanza di qualche settimana dall’accordo tra Pininfarina e Hybrid Kinetic Group, con il quale Pininfarina si impegna a fornire il suo supporto per lo sviluppo chiavi in mano di una vettura elettrica. Il contratto di collaborazione dal valore di circa 65 milioni di euro avrà una durata complessiva di 46 mesi.

Proporzioni di una berlina premium in stile coupé ma al tempo stesso compatta. Il prototipo potrebbe rappresentare anche una nuova tipologia di carrozzeria sviluppata da Mercedes.

Al Salone di Shangai Mercedes ha svelato il prototipo della prossima generazione di vetture compatte e potenziale nuova tipologia di carrozzeria. È il Concept A Sedan, anticipato dalla scultura “Aesthetics A”, che con le sue dimensioni (lunghezza/larghezza/altezza: 4.570/1.870/1.462 mm) presenta le proporzioni di una berlina premium in stile coupé ma al tempo stesso compatta.

17C189_065

Merito del classico design a tre volumi, con sbalzi ridotti soprattutto nella coda e la parte superiore della vettura piatta e arretrata. Altre caratteristiche tipiche della berlina sono il montante posteriore relativamente verticale, i finestrini laterali ampi e la linea di cintura alta, mentre i passaruota pronunciati con arco ridotto mettono in risalto i cerchi da 20”.

17C189_029

I fari, dotati di “sopracciglio” tipico Mercedes e struttura a griglia all’interno rivestita con una vernice UV che viene illuminata con una luce ultravioletta; in questo modo il faro “brilla” di colori diversi a seconda della funzione di illuminazione selezionata, una singolare tecnologia che trova impiego anche nei gruppi ottici posteriori.

Il prototipo interpreta l'intenzione di Infiniti di evolvere la propria presenza nel segmento dei Suv di grandi dimensioni. Combina il lusso con una presenza imponente. Progettata nel Centro Stile di Atsugi, in Giappone.

Infiniti concede un primo sguardo della QX80 Monograph, uno studio di design che conferma l’intenzione del marchio di sviluppare la sua posizione nel segmento dei Suv di grandi dimensioni. La nuova concept car combina il lusso tipico del brand con una presenza imponente; progettata nel Centro Stile di Atsugi, in Giappone, QX80 Monograph è la massima espressione del design futuristico dei Suv premium di Infiniti e mostra come la QX80 potrebbe evolversi.

“QX80 Monograph è un’esplorazione di come stiamo migliorando la nostra offerta nel segmento Suv di lusso”, Roland Krueger, presidente Infiniti Motor Company.

La nuova concept rispecchia infatti il più recente linguaggio stilistico di Infiniti in maniera scultorea e artistica, con un mix di forme geometriche per combinare la potenza con l’eleganza, creando un’immagine imponente e sofisticata.

Inconfondibili elementi di design tipici includono la griglia a “doppio arco”, che per questo prototipo è più alta e più larga, la creazione di un nuovo e potente volto, mentre i montanti a C con taglio a mezzaluna sono stati completamente ridisegnati.

Grazie a un attento studio fluidodinamico e alle ruote che si inclinano di 35°, ha una velocità di crociera di 10 nodi e un’autonomia di navigazione di 3 ore. Il varo previsto in estate con la traversata dello Stretto di Messina.

Dopo il prototipo smart forrail per viaggiare lungo i binari della ferrovia, smart si lancia alla conquista del mare con il concept forsea, la prima vettura anfibia nella storia di smart. Il “varo” della smart forsea, il cui sviluppo ha coinvolto Focaccia Group di Cervia già protagonista nell’allestimento della forfood, è previsto la prossima estate con la traversata inaugurale dello Stretto di Messina.

smart_forsea8

Grazie ad un attento studio fluidodinamico e alle ruote che si inclinano di 35°, la smart forsea è in grado di assicurare una velocità di crociera di 10 nodi, con punte di 15, e un’autonomia di navigazione di 3 ore. Il motore posteriore da 90 cv ha facilitato l’integrazione di un idrogetto appositamente progettato e collegato a una presa di forza sul differenziale posteriore. Il passaggio di trazione tra le ruote posteriori e l’idrogetto è assicurato da una centralina elettronica.

La smart forsea offre due comodi posti e un ampio specchio di poppa rivestito in teck e ispirato alle tipiche imbarcazioni “lobster”, mentre la dotazione di bordo include un piccolo frigo e una glacette per tenere in fresco una bottiglia.

Una versione esclusiva per la Croce Rossa austriaca dotata di sistema di atterraggio sul tetto per un drone, da usare per abbreviare i tempi di soccorso durante le situazioni di emergenza. Da giugno inizierà la fase di test.

Al Salone di Ginevra, Land Rover ha presentato una versione molto particolare di Discovery, chiamata “Project Hero”, realizzata dalla sezione Special Vehile Operation (Svo) per la Croce Rossa austriaca. Project Hero, infatti, è un veicolo di comunicazione avanzata che sarà messo alla prova dalle squadre d’intervento d’emergenza.

La particolarità di questo prototipo è la presenza di un drone sul tetto, con tanto di sistema di atterraggio integrato, autocentrante e a ritenzione magnetica che consente al drone di atterrare sul veicolo anche quando si trova in movimento. In questo modo, grazie alle riprese in diretta durante il volo, le squadre d’intervento per le quali questo veicolo è stato pensato possono intervenire più rapidamente ed efficientemente durante frane, terremoti, inondazioni e valanghe.

lrnewdiscoveryprojecthero0702177

Project Hero farà base a Erzberg e a Vienna, dove da giugno, per 12 mesi, parteciperà a delle simulazioni per lo sviluppo di nuove tecnologie d’intervento in caso di calamità e a test specifici che comprendono scenari complessi, per esempio operazioni notturne o nel bel mezzo di una foresta. Sarà anche usato per le operazioni d’emergenza come inondazioni, nevicate eccezionali o incidenti.

Basato sulla nuova Discovery, Project Hero è dotato di motore TD6 da 3.0 litri e offre anche un vano di carico dotato di un pianale scorrevole Heavy-duty che può essere usato come superficie di lavoro aggiuntiva o come protezione del carico sottostante, un pannello separatore dietro la seconda fila di sedili con punti di attacco per le attrezzature, un illuminazione a Led per la visione notturna, prese di corrente compatibili con le spine delle varie regioni e un impianto radio multi frequenze.

Una supercar da pista realizzata per il campione di F1 Emerson Fittipaldi. Accanto a lei al debutto mondiale anche la H600 concept di berlina di lusso a propulsione ibrida sviluppata per Hybrid Kinetic Group.

Pininfarina ha svelato al Salone di Ginevra 2017 due inedite concept car, simbolo delle due anime della Casa di design italiana: da una parte la tradizione delle grandi Fuoriserie, la ricerca stilistica unita alla sostenibilità ambientale. Anteprima mondiale, quindi, per la Fittipaldi EF7 Vision Gran Turismo by Pininfarina, supercar da pista realizzata per il campione di F1 Emerson Fittipaldi, e per la H600, il prototipo di una berlina di lusso a propulsione ibrida.

La EF7 nasce da una nuova sfida di Fittipaldi, quella di realizzare la sua personale dream car, creata attorno alle sue competenze da pluri-campione. Il risultato è un’auto da pista ad altissime prestazioni e destinata a una produzione in serie limitata, oltre che “disponibile” nella famosissima serie di videogame Gran Turismo.

SPU_6494_GIMS2017-1400

Con la H600, invece, Pininfarina propone un concept raffinato e confortevole. Sviluppata e prodotta per Hybrid Kinetic Group, ha un sistema di trazione ibrido con range extender a turbine. La sua presentazione arriva a una settimana dall’annuncio dell’accordo da circa 65 milioni di euro tra Pininfarina e Hybrid Kinetic Group Limited che prevede il supporto dell’azienda italiana nello sviluppo “chiavi in mano” di una vettura elettrica, di cui il prototipo presentato a Ginevra potrebbe essere un’anticipazione.

FOLLOW US

FOCUS ON

La nuova Subaru Impreza debutterà ufficialmente in Europa il prossimo 12 settembre al 67° Salone di Francoforte. Dal primo modello lanciato nel 1992 a...
Website Security Test