Micro-car

Versione sportiva della JS50 My2017, in Italia è disponibile in due versioni: Sport da 12.200 euro e Sport DCI Ice in promozione a 13.990 euro.

Arriva la nuova Ligier JS50 Sport, versione sportiva della JS50 My2017. Il lancio di questa nuova versione è stato anticipato dal Shade Ligier on tour, in cui il rapper Shade ha girato l’intera Penisola incontrando i propri fan e facendo selfie e minivideo condivisi sulle pagine social di Ligier con l’hastag #cometuvuoiessere.

Ora la nuova Ligier JS50 è disponibile in tutte le concessionarie. Gli esterni sono dominati da carrozzerie bicolore e metallizzate di serie; la nuova calandra comprende i fari a led diurni e i fendinebbia, gli inserti in carbonio, la modanatura minigonna dello stesso colore del tetto, le prese d’aria laterali sui paraurti e il doppio terminale di scarico cromato con estrattore d’aria. Inclusi anche i cerchi in lega d’alluminio nero mat bi- tono a 10 razze.

All’interno si possono trovare dettagli come la pedaliera sportiva in acciaio e il volante sport 3 razze con logo JS in carbonio. La plancia è dotata di materiali con una buona ergonomia, come l’impianto audio Pioneer di seconda generazione e potenziato, lo schermo touch da 6,2”, la gestione dello smarthphone, il Bluetooth integrato e la telecamera posteriore di serie. I sedili, invece, sono fatti in eco pelle Sky nero, con poggiatesta regolabile, con cuciture a contrasto rosse.

JS56 SPORT - 34 AV - 15 02 2017 blanche

Anche la nuova JS50 Sport è dotata di sistemi di sicurezza avanzati, come il telaio monoblocco in alluminio con rinforzi strutturali ad alta resistenza ai freni a disco sulle 4 ruote di grandi dimensioni, o l’airbag lato guidatore.

La nuova JS50 dichiara un consumo di 2,5 litri di gasolio per 100 km e in Italia sarà disponibile in due versioni: Sport (da 12.200 euro) e Sport DCI Ice (in promozione a 13.990 euro), dotato del DCI Common Rail di ultima generazione dalle vibrazioni ridotte, che permette di dotare le minicar di un climatizzatore senza perdite di potenza, consentendo un raffreddamento in ogni condizione grazie alla gestione elettrica.

Il modello si conferma espressione di stile, comfort, tecnologia e design. Novità a livello estetico e di contenuti. Il motore è il noto DCI common rail. Prezzi da 11.600 euro.

La Ligier JS50 è il modello più venduto in Italia nella sua categoria. Adesso arriva il model year 2017. La nuova nata non è un semplice restyling, ma un piccolo concentrato di tecnologia e design. Disponibile con una scelta fra 8 tinte bi-color, esteticamente spiccano i nuovi fari incastonati nel cofano per garantire maggiore visibilità, le numerose cromature (sulla versione Elegance) e il nuovo logo Ligier posizionato al centro del cofano e sul portellone posteriore.

La plancia è stata riprogettata, con inserti cromati e un nuovo quadro strumenti con tecnologia 3D per migliorare la lettura delle info di viaggio. Sulla versione Elegance i sedili sono stati rinnovati con nuovi tessuti e speciali imbottiture “mesh”. Di serie su tutta la gamma ci sono l’impianto hi-fi con radio multimedia Pioneer, schermo touchscreen da 6,2 pollici e casse Bass Reflex, telecamera posteriore e la connessione bluetooth.

© Photo François Berrué  tel : 0609245160

Per quanto riguarda la sicurezza, le dotazioni di serie della Ligier JS50 M.Y. 2017 sono: cellula di sicurezza tubolare in alluminio ad alta resistenza con rinforzi strutturali, barre antintrusione sulle portiere con pannelli rinforzati, 4 freni a disco, volante regolabile in altezza, partenza in salita assistita, fari diurni a Led. L’airbag lato guida è invece un optional.

Il motore si conferma il DCI common rail “made in Italy” da 26 Nm di coppia; i prezzi vanno da 11.600 euro della versione Club Young a 14.990 della versione Elegance.

Un progetto rimasto per decenni in un cassetto. Verranno prodotti inizialmente solo due esemplari di questa showcar pronti per essere guidati. La produzione in serie terrà conto del feedback del mercato.

Mare, cielo e terra. I veicoli Mercedes-Benz sono ovunque. Ora anche sul campo da golf, con questa showcar frutto della collaborazione tra i designer Mercedes, Daimler Think & Act Tank Business Innovation e Garia, rinomato produttore di golf car.

Un progetto rimasto per decenni in un cassetto. Solo nel 2013, però, Mercedes si è rivolta a tutti gli appassionati di golf e delle quattro ruote affinché presentassero idee e proposte per realizzare una golf car del futuro. Mentre il golf si è evoluto, infatti, le golf car sono rimaste per decenni pressoché immutate.

Le proposte più interessanti ricevute hanno quindi fornito lo spunto per sviluppare questa inedita Mercedes, che rispecchia a pieno lo stile della Casa della Stella. Già a prima vista la Style Edition Garia Golf Car si differenzia nettamente dalle solite golf cart.

Compatta (lunga 2.350, larga 1.200 e alta 1.720 millimetri) il tetto in fibra di carbonio si differenzia dalla struttura base sia sotto l’aspetto cromatico sia formale. Complici i ridotti sbalzi anteriori e posteriori, il tetto ricorda vagamente un berretto da baseball sportivo, facendo apparire il veicolo ancora più basso e sportivo.

Il look è sottolineato da un piccolo spoiler posteriore, che funge da supporto per le sacche da golf e rappresenta, allo stesso tempo, un elemento distintivo perfettamente integrato nella struttura del veicolo. Questo spoiler è stato progettato e realizzato in modo da potere ospitare due sacche da golf in posizione inclinata all’indietro, consentendo così di prelevare e riporre i bastoni in tutta comodità.

Un diffusore in fibra di carbonio completa l’estremità inferiore della coda: una chiara allusione alla natura di “real sports car” di questo veicolo. La panchetta, quasi una seducente lounge-chair, si sposa armoniosamente con la conformazione degli esterni.

Altri dettagli sono: un frigorifero sotto la panchetta e uno scomparto sotto il quadro strumenti per riporre le palline da golf in ordine, portabevande sul quadro strumenti e sul lato passeggero anteriore per sistemare bicchieri e bottiglie.

Un altra chicca sono i due pedali: quello a destra è contrassegnato dal segno + , quello a sinistra dal segno -, rispettivamente acceleratore e freno di questo veicolo ad alimentazione elettrica che eroga 3 kW di potenza che per un breve lasso di tempo può mettere a disposizione fino a 11 kW, potenza sufficiente per permettere a questa mini Mercedes dal peso di 440 kg più i 460 del carico massimo ammesso una velocità massima limitata a 30 km/h e fino a 80 km di autonomia.

ANCHE HI-TECH
Un touchpad integrato, con diagonale dello schermo da 10,1 pollici ad alta risoluzione da 2.560 x 1.600 pixel, visualizza graficamente nella parte superiore più piccola le informazioni disponibili sul veicolo, quali ad esempio autonomia residua, velocità di marcia, consumo di corrente istantaneo o inserimento del freno di parcheggio.

Un impianto vivavoce con collegamento Bluetooth e altoparlanti HiFi integrati permettono di essere connessi e di riprodurre brani musicali utilizzando lo smartphone. Chi lo desidera, può anche consultare una app per il meteo oppure ordinare una bibita direttamente sul green.

Garia produrrà inizialmente solo due esemplari di questa showcar pronti per essere guidati, mentre la produzione in serie dipenderà dal feedback del mercato.

La versione ICE della bestseller di casa Ligier propone il climatizzatore incluso nel prezzo. PlastiDip è una pellicola multicolore in grado di personalizzare qualsiasi Ligier e Microcar.

Grandi novità in questa estate 2016 a bordo di Ligier. La prima è la JS50 ICE, la versione della best seller di casa Ligier con climatizzatore incluso nel prezzo; la seconda si chiama PlastiDip, una pellicola multicolore in grado di personalizzare qualsiasi minicar Ligier e Microcar, realizzando un “soft tuning” grazie ai 25 colori e 4 finiture disponibili.

La Ligier JS50 resta sempre la numero 1 di vendite in Italia, secondo i dati relativi al primo semestre 2016, e per l’estate riserva la piacevole sorpresa del climatizzatore di serie, un optional sempre più richiesto anche nel segmento minicar.

Il sistema di climatizzazione non depotenzia il motore e non mette a rischio le prestazioni.

La versione ICE, proposta al prezzo di 13.990 euro, è l’ultima chicca di un modello che ha incontrato i favori del pubblico italiano spaziando dai teenager al cliente più tradizionale, fino a toccare anche il mondo femminile grazie ai numerosi dettagli e ai colori ricercati, non ultimo la serie numerata BlueLine.

Un’analisi interna di Ligier Group ha messo in luce molti altri elementi di successo nella già ricca dotazione di serie di JS50: carrozzeria metallizzata bi-color, cerchi in lega da 15”, vetri oscurati privacy, impianto Pioneer Connect MM con telecamera posteriore, fino al motore diesel DCI Revolution Common Rail che garantisce minori vibrazioni e rumorosità e consumi bassissimi (2,5 l/100 km dichiarati).

 

SPAZIO AL COLORE CON PLASTIDIP
L’altra grande novità arriva direttamente dagli Usa. La PlastiDip è una pellicola colorata protettiva e reversibile in grado di permettere a chiunque di personalizzare la propria Ligier o Microcar. Sono 25 le colorazioni di PlastiDip, con 4 finiture: standard opaco base, standard camo (opaco base military), fluo e true metallics (opaco metallizzato).

La pellicola consente di customizzare l’intera minicar oppure singole zone in modo non definitivo. È possibile rimuoverla in qualsiasi momento, ripristinando il colore originale senza danneggiare la carrozzeria.

Plasti Dip è una pellicola di plastica sintetica non definitiva, protettiva, resistente ed omogenea, studiata per resistere alle abrasioni. Rimane flessibile e completamente removibile.

COME SI APPLICA?
È necessaria una tecnica a spruzzo che rivesta perfettamente la colorazione di fabbrica. Quando ci si stanca del colore si può tornare alla vernice originale sollevando semplicemente un lembo della pellicola e, una volta staccati 3/4 cm, è sufficiente tirare agendo in maniera uniforme, affinchè la pellicola venga via in un pezzo unico senza nessun residuo.

La personalizzazione PlastiDip può essere applicata sull’intera carrozzeria (tetto compreso), sui cerchi in lega e sulla plancia interna. Per i cerchi in lega ci sono anche 6 colori speciali dall’effetto elettrico.

Unico accorgimento: il lavaggio. Va fatto rigorosamente a mano evitando l’utilizzo di diluenti corrosivi e detergenti aggressivi inadatti alla pulizia delle materie plastiche.

Tutti i modelli hanno ricevuto votazioni molto basse e nessuno ha raggiunto il 50% del punteggio massimo previsto. Alcuni modelli sono risultati molto pericolosi in caso d’urto.

Per la seconda volta, EuroNCAP ha testato la sicurezza di quattro modelli tra i più diffusi sul mercato europeo delle cosiddette “microcar”. Un mercato che anche in Italia è in espansione: nel 2015 ne sono state immatricolate 2.577 (2.035 nel 2014), per un totale circolante di 80.639 veicoli (78.818 nel 2014).

I 4 modelli esaminati sono Aixam Crossover GTR, Bejaj Qute, Chatenet CH30 e N.Go Family. I primi test del 2014 avevano evidenziato notevoli carenze in fatto di sicurezza, motivo per cui sia EuroNCAP sia l’Aci avevano chiesto ai legislatori di indicare specifiche più severe e ai produttori di investire di più sulle dotazioni di sicurezza.

Da allora è entrata in vigore una normativa europea più aggiornata. Una novità, unita al crescente numero di microcar in circolazione, che ha portato EuroNCAP ad esaminare nuovamente i livelli di sicurezza offerti in questo segmento di mercato.

“I risultati dei test hanno dimostrato che ci sono ancora seri problemi di sicurezza. Sebbene alcuni modelli si siano comportati meglio di altri, gli standard di protezione offerti ai conducenti sono, in generale, molto bassi”, Angelo Sticchi Damiani, presidente Aci.

In questa nuova tornata di test sono stati utilizzati gli stessi protocolli dei precedenti – protocolli comunque diversi da quelli adottati per le auto. La velocità dell’impatto, ad esempio, è di 50 km/h contro i 64 km/h delle autovetture. La valutazione, invece, segue le tradizionali “stelle” Euro NCAP.

I risultati raggiunti mostrano dei progressi, ancora insufficienti però per assicurare un livello di protezione adeguato come quello riscontrato, ad esempio, nella categoria di autovetture di segmento A (le “city car”) molto simile ai quadricicli.

Tutti i modelli testati hanno ricevuto votazioni molto basse e nessuno ha raggiunto il 50% del punteggio massimo previsto. Alcuni modelli sono risultati molto pericolosi in caso d’urto, manifestando gravi carenze sia nell’impatto frontale sia in quello laterale.

La microcar M.GO della Ligier è l’unica ad avere come optional un airbag per il conducente, ma i test dimostrano che non è efficace. Senza miglioramenti all’integrità strutturale del veicolo, infatti, la presenza di un airbag non migliora la protezione del conducente.

Va poi detto che le microcar non sono soggette alle stesse normative di omologazione delle autovetture, nonostante siano veicoli che somigliano molto proprio alle “city car”. Proprio per questo, il presidente dell’Aci sollecita “standard di omologazione per i quadricicli che prevedano idonei livelli di sicurezza”, con la constatazione che “semplici e non costose modifiche di progettazione già oggi potrebbero comportare significativi miglioramenti in termini di protezione dei conducenti”.

Come le auto di segmento premium più blasonate, è una versione unica, ricca di dettagli dominati da una livrea blu per distinguersi e per piacere ancor più non solo al mondo dei teenagers ma anche al pubblico “senior”.

Ligier JS 50 BlueLine

Vuole essere trendy il primo modello 2016 di casa Ligier. Protagonista è la best seller nel segmento delle minicar (prima per vendite in Italia), la JS 50, rivisitata con qualche tocco “d’autore” con la versione BlueLine.

Emulando auto di segmento premium più blasonate, che spesso si vestono di “blu notte” per le edizioni più esclusive, la JS 50 BlueLine diventa così una versione unica, ricca di dettagli dominati da una livrea blu per distinguersi e per piacere ancor più non solo al mondo dei teenagers ma anche al pubblico “senior”, che vuoi o non vuoi alla fine un giro con la macchina del figlio lo fa sempre.

Unica ed esclusiva, la JS 50 Blueline è una serie numerata con una targhetta sulla plancia che riporta il numero progressivo di produzione, proprio come accade con le edizioni speciali.

Esternamente, oltre al colore speciale blu notte con tetto grigio argento, si fanno notare dettagli cromati con nuovi cerchi in lega a raggi 15” doppia tonalità (satinato e lucido), prodotti in Italia dalla MAK. Internamente, invece, la JS 50 BlueLine accoglie a bordo in un’atmosfera dominata dalla plancia e dal maniglione porte nello stesso colore della carrozzeria, ma ci sono anche vetri oscurati privacy e il pack media che vanta un impianto audio Pioneer touch da 7’’ e gestione smartphone, con Bluetooth e telecamera posteriore.

Ligier JS 50 BlueLine

In termini di sicurezza, ricordiamo la presenza della cellula di sicurezza in alluminio tubolare monoblocco (brevetto Ligier) e pianale ad alta resistenza integrato al telaio, con rinforzi strutturali per garantire la massima protezione in caso di collisione, airbag lato guida (opzionale), barre antintrusione sulle portiere, quattro freni a disco e LED anteriori.

Per chi volesse ancora più esclusività, c’è poi la versione JS 50 BlueLine ICE, equipaggiata con il motore Dci common rail di ultima generazione abbinato a climatizzatore e sistema “Easy park”.

Sarà prodotta nella fabbrica PSA di Rennes e commercializzata nella prossima primavera. È dotata della batteria LMP (Lythium Metal Polymer) da 30 kWh del Gruppo Bolloré, per il quale Citroen produce la Bluesummer. Velocità massima di 110 km/h e autonomia di 200 chilometri.

CL 15.096.006

Dopo l’accordo raggiunto con Bolloré per la produzione e distribuzione della Bluesummer, cabriolet 4 posti 100% elettrica, Citroen prosegue la strada “anticonformista” ufficializzata in occasione del PSA & Friends presentando la e-Mehari, ammiccamento a un’icona del passato in stile moderno e divertente.

Come la Bluesummer, la e-Mehari è un’auto colorata, perfettamente in linea con il nuovo spirito Citroen. Lo dimostrano il design, con i gruppi ottici che si sviluppano su due livelli – firma del marchio –, e lo stile essenziale ma con molte possibilità di personalizzazione: 4 vistose tinte carrozzeria, 2 colori del tetto in tela, 2 rivestimenti per gli interni.

Come la Méhari del 1968, la e-Mehari è decapottabile (con una capote removibile che si chiude grazie a un sistema laterale a scomparsa, con ampie vetrate trasparenti) e può essere aperta davanti, dietro, lateralmente o completamente;
con 4 posti effettivi (con sedili posteriori ribaltabili), telaio rialzato per una perfetta guida fuori strada e una carrozzeria termoformata con materiale plastico anticorrosione, che non richiede riverniciatura.

100% elettrica, la e-Mehari, che sarà prodotta nella fabbrica PSA di Rennes e commercializzata nella primavera del 2016, propone la batteria LMP (Lythium Metal Polymer) da 30 kWh del Gruppo Bolloré: con una velocità massima di 110 km/h, promette un’autonomia di 200 chilometri nel ciclo urbano e 100 km nel ciclo misto. Si ricarica completamente in 8 ore a 16A collegandola ai sistemi compatibili o in 13 ore utilizzando le normali prese domestiche a 10A.

Una cabriolet quattro posti con motore elettrico dotata di carrozzeria in materiale plastico e capace di una autonomia variabile tra 100 e 200 km e di una velocità massima di 110 km/h. La produzione sarà avviata dopo l'estate.

cv6p5715re_1

PSA Peugeot Citroën e il Gruppo Bolloré hanno siglato un accordo in base al quale Citroen produrrà e distribuirà, per il momento solo in Francia, la Bluesummer, una cabriolet 4 posti 100% elettrica.

La firma dell’accordo risale al 17 giugno scorso e sul piano industriale il montaggio di questa insolita microcar avverrà nel sito produttivo PSA di Rennes a partire da settembre 2015.

“La collaborazione con Bolloré rappresenta l’opportunità per Citroen di conquistare una clientela nuova, attratta dall’originalità e dalla freschezza di Bluesummer, e promuovendo così l’intera gamma”, Philippe Narbeburu, direttore commerciale Citroen e DS France.

cv6p5991re

Il Gruppo Bolloré vanta una notevole competenza nello stoccaggio dell’elettricità e nello sviluppo e applicazione di soluzioni elettriche. Presente sul mercato della mobilità elettrica, ha studiato e sviluppato diversi veicoli, tra cui la Bluesummer che Citroen produrrà.

La Bluesummer è una cabriolet quattro posti con motore elettrico dotata di carrozzeria in materiale plastico e capace di un’autonomia variabile tra 100 e 200 km e di una velocità massima di 110 km/h. La produzione sarà avviata dopo l’estate ma i primi esemplari sono già stati consegnati alla Hertz e disponibili per il noleggio nella zone turistiche del sud della Francia.

In casa Ligier Group la promozione continua fino a fine luglio grazie ad un prezzo speciale riservato alla minicar più glam del mercato con guida dai 14 anni.

2015-06 Microcar

Per festeggiare la fine delle scuole, Ligier lancia un’offerta speciale dedicata all’icona delle minicar, la Microcar Duè.

Fino al 31 luglio, infatti, i modelli Duè in stock sulla rete dei concessionari vengono proposti al prezzo speciale di 8.990 euro con un equipaggiamento davvero glam per festeggiare, perché no, una promozione a scuola appena ricevuta: cerchi in lega, vernice bicolore con metallizzato, radio Pioneer con Bluetooth e vetri elettrici.

In pratica ci sono 1.000 euro di buono sconto rispetto al listino per regalare a tutti il piacere di guidare una vera urban car, la prima per i ragazzi dai 14 ai 18 anni, con stilemi e tecnologia ispirati al mondo dei più grandi.

Duè vanta un motore Lombardini diesel dai bassissimi consumi e si contraddistingue per linee sfiziose, ampie vetrate e richiami alle automobili più cool del momento. I consumi dichiarati sono da guinness dei primati (2,5 litri per 100 km), mentre la sicurezza è garantita da airbag, telaio rinforzato, freni potenziati e cinture di sicurezza a doppio ancoraggio

Il modello best seller in casa Ligier indossa gli abiti sportivi e aspira ad essere un vera icona per i più giovani offrendo il massimo delle prestazioni in termini di comfort e sicurezza. Prezzo da 12.400 euro.

JS50 sport
Era già nell’aria lo scorso anno, quando venne lanciata una limited edition ribattezzata JS50 Simoni Racing, adesso è ufficiale: lo spirito del glorioso brand di Formula 1 Ligier torna sul mercato italiano con la nuova JS50 Sport.

Si tratta di una nuova interpretazione più sportiva e “cattiva” di un modello a tutti gli effetti leader del segmento microcar in Italia, che si ispira alle auto di classe premium dando vita ad uno stile assolutamente metropolitano e perfetto per il target “teen”.

La Sport esalta il trend del momento proponendo gli stilemi del mondo racing in un gioco di linee, colori e dettagli ben curati.

DESIGN E INTERNI DA VERA SPORTIVA
Colpiscono soprattutto i nuovi cerchi in lega specifici da 15” nero mat a 12 razze, il nuovo paraurti anteriore “sport muscle” con prese aria laterali integrate e, addirittura, led diurni. Interessante anche il paraurti posteriore con doppio scarico e estrattore aria Sport, un ensemble completato da particolari modanature esterne carbon look, vernice metallizzata e bicolore di serie.

Salendo a bordo della JS50 Sport la prima cosa che colpisce sono senza dubbio la nuova plancia realizzata con vistose modanature in “carbon look” con finiture rosso corsa e una pedaliera sportiva ispirata al mondo Ligier.

Per i giovani, si sa, la musica è importante. Per questo motivo il sound della piccola Ligier è affidato ad un impianto audio Pioneer con tweeter separati su plancia, radio touchscreen con Bluetooth e telecamera posteriore, il tutto ulteriormente esaltato da una particolare insonorizzazione dell’abitacolo. In pratica un allestimento che farebbe invidia anche ad alcune “sorelle maggiori”.

JS50 sport

JS50 Sport è disponibile a partire da 12.400 euro nelle versioni Young e Ice caratterizzate dai colori Bianco perla, Rosso Toledo e Nero, dotate anche del tecnologico motore Dci Revolution. Anche il climatizzatore per affrontare questa caldissima estate è di serie, tanto per non lasciare nulla al caso.

FOLLOW US

FOCUS ON

La nuova Subaru Impreza debutterà ufficialmente in Europa il prossimo 12 settembre al 67° Salone di Francoforte. Dal primo modello lanciato nel 1992 a...
Website Security Test