Sfrutta una nuova variante della piattaforma modulare EMP2, utilizzata su C4 Picasso e Grand C4 Picasso. Non il classico veicolo commerciale ma un modello che vuole essere più “trasversale”. A bordo tutto il meglio che la tecnologia Citroen può offrire. Dalla collaborazione con il gruppo elettro-pop francese Hyphen Hyphen nasce il prototipo 4x4.

Con SpaceTourer, Citroen completa l’offerta all’interno della propria gamma con quello che a prima vista sembra il solito veicolo commerciale ma che in realtà vuole essere un modello più “trasversale”, agile e in linea con i tempi, dedicato alle “comunità” di famiglie o di amici in cerca di un’auto in grado di associare comfort, praticità ed estetica.

Frutto della sinergia con Toyota, Citroen SpaceTourer sarà presentato in anteprima mondiale al Salone di Ginevra 2016. Sfrutta una nuova variante della piattaforma modulare EMP2, utilizzata su C4 Picasso e Grand C4 Picasso, prendendo in prestito tutte le caratteristiche della parte anteriore, mentre il resto della piattaforma è stato progettato interamente per SpaceTourer.

Grazie alla struttura rinforzata, accoglie un avantreno e un retrotreno specifici, che sostengono un carico che può arrivare fino a 1.400 kg. La propria modularità permette di avere due passi diversi (2,92 metri e 3,27 m) ma anche 2 diversi sbalzi posteriori (0,80 m e 1,15 m). Le differenti combinazioni permettono così di proporre 3 lunghezze: XS a 4,60 m (inedita nel segmento) abbinata al passo corto, M a 4,95 m e XL a 5,30 m associate al passo lungo.

Citroen SpaceTourer sarà quindi disponibile in 4 versioni: SpaceTourer Feel e SpaceTourer Shine, proposte in 3 lunghezze e disponibili in configurazione da 5, 7 o 8 posti, pensate più per la famiglia; SpaceTourer Business, proposta in 3 lunghezze e disponibile in configurazione da 5 a 9 posti, destinata soprattutto ai professionisti del trasporto di persone; e SpaceTourer Business Lounge, proposta in 2 lunghezze M e XL, e disponibile in configurazione da 6 o 7 posti, un vero “salotto o ufficio mobile” grazie ai sedili singoli girevoli in pelle (in seconda fila), il tavolino scorrevole e pieghevole e i vetri posteriori oscurati per garantire una maggiore riservatezza.

A bordo tutto il meglio che la tecnologia Citroen può offrire, sia per quanto riguarda l’assistenza alla guida sia per l’infotainment. La gamma motori si compone di 5 propulsori, tutti diesel: BlueHDi 95 cv, BlueHDi 95 con Stop&Start e cambio automatico ETG6, BlueHDi 115 S&S, BlueHDi 150 S&S e BlueHDi 180 S&S EAT6.

citroen spacetourer

SPACETOURER HYPHEN, IL CONCEPT 4×4
Nemmeno il tempo di arrivare sul mercato che c’è un concept (per il futuro?). In occasione del lancio, infatti, al Salone di Ginevra 2016 vedremo anche un prototipo 4×4 di SpaceTourer realizzato da Citroen con il gruppo francese “Hyphen Hyphen”, un giovane gruppo originario di Nizza nominato ai “Victoires de la Musique” 2016 e pronto a diventare un riferimento della scena musicale elettro-pop.

Il concept SpaceTourer HYPHEN, rialzato rispetto alla versione di serie, adotta ruote con cerchi diamantati neri mat in alluminio da 19’’ con elementi rosso-aranciato anodizzato. Per rimarcare il suo stile da fuoristrada, sono state installate 5 cinghie in elastomero su ogni pneumatico. Le cinghie sono presenti anche sui paraurti anteriori e posteriori del veicolo, ma qui sono in alluminio anodizzato. Gli spazi interni sono trattati graficamente e in modo trasversale fra sottotetto, pannelli delle porte, sedili e console centrale. Il sottotetto e la plancia sono rivestiti con un tessuto specifico, in armonia con i colori e i segni grafici dei sedili.

CL_16.008.003

NO COMMENTS

Leave a Reply