Los Angeles – Première mondiale a Guangzhou e presentazione a Los Angeles per la nuova Classe S Mercedes-Maybach, che si esibisce così in contemporanea nei suoi due più importanti mercati, Cina e Usa.
Lunga 5,453 metri e con un passo di 3.365 metri, l’ammiraglia della gamma Mercedes-Benz è cresciuta di 20 millimetri in entrambe le dimensioni rispetto alla Classe S berlina a passo lungo. Un incremento che va a beneficio dei passeggeri posteriori, ai quali sono riservati anche i sedili Executive disponibili di serie e numerosi altri dettagli esclusivi come, ad esempio, l’innovativa “amplificazione vocale”.
Insomma, nella Mercedes-Maybach Classe S si fondono la perfezione della Classe S Mercedes e l’esclusività di Maybach. Perché Mercedes-Maybach non è una versione di equipaggiamento, ma un sub-brand che identifica le vetture Mercedes-Benz più esclusive.
Il lancio della Mercedes-Maybach Classe S è previsto a febbraio 2015. Il modello di punta sarà la S 600 Mercedes-Maybach. Il suo V12 biturbo eroga una potenza di 530 cv da una cilindrata di 5.980 cm3, mentre la coppia massima è di 830 Nm.
Il V8 biturbo della S 500 Mercedes-Maybach sprigiona invece da una cilindrata di 4.663 cm3 una potenza di 455 cv e la coppia massima è di 700 Nm. Da giugno 2015 sarà offerta anche la S 500 4MATIC Mercedes-Maybach.

UNA MODERNA LOUNGE
Per i passeggeri posteriori la Classe S Mercedes-Maybach è la berlina di serie più silenziosa in assoluto. Una caratteristica distintiva essenziale è, invece, il nuovo profilo laterale: le porte posteriori sono state accorciate di 66 mm rispetto alla versione a passo lungo della Classe S, integrandosi così in modo discreto nell’immagine d’insieme, e non possiedono il finestrino triangolare, che è stato spostato nel montante posteriore. In questo modo i sedili posteriori si trovano più arretrati rispetto all’apertura porta, accentuando il senso di privacy e di esclusività.
In qualità di ammiraglia della gamma Mercedes-Benz, la Classe S Mercedes-Maybach soddisfa sotto l’aspetto degli equipaggiamenti le più elevate aspettative in fatto di lusso e comfort. Oltre ad essere disponibili tutte le comodità offerte dalla Classe S tradizionale, a bordo diversi dettagli esclusivi ne sottolineano l’ambizione alla leadership: ne sono un esempio la profumazione e le due coppe da champagne placcate in argento e fatte a mano.
Una funzione innovativa da vera vettura di rappresentanza con autista è l’amplificazione vocale, che facilita la comunicazione tra il vano anteriore e quello posteriore. Il Burmester Sound System Surround High-End 3D assicura un’esperienza visiva e acustica particolare.
I due microfoni nel retrovisore interno, che vengono utilizzati anche per l’impianto vivavoce, ricevono il parlato. Questi segnali vengono poi amplificati in funzione della rumorosità di marcia e adattati in modo automatico e continuo al volume di colui che sta parlando nonché ai rumori di fondo. Per la riproduzione vengono impiegati gli altoparlanti posteriori installati nelle porte e nella cappelliera. I progettisti Mercedes-Benz hanno mirato ad ottenere, accanto a un’elevata comprensibilità vocale, anche uno spettro acustico naturale e una fedele percezione dell’ambiente.  In fase di sviluppo e messa a punto dell’amplificazione vocale, infatti, gli ingegneri hanno cercato soprattutto di evitare il cosiddetto “effetto Lombard”, la tendenza di un interlocutore ad alzare non soltanto il volume ma anche il tono di voce in presenza di rumori di fondo.

SHARE
Dario Cortimiglia
Giornalista professionista dal 2005, ottiene la laurea magistrale in Televisione, Cinema e Produzione Multimediale allo IULM e nel 2009 vince un concorso SKY per cortometraggi. Conclusione? Scrive di auto, ma è ancora convinto diventerà un grande regista. Founder & admin di @igers_messina e @exploringsicily.it.