Esiste un modo per ridurre in modo significativo gli urti tra i passeggeri dovuti al loro inevitabile sobbalzamento in auto quando si verifica un incidente? ZF, uno dei più importanti gruppi tecnologici al mondo specializzato in trasmissioni, sistemi autotelaio e tecnologia di sicurezza attiva e passiva, ha progettato e sviluppato un innovativo airbag centrale.

Si tratta di un sistema integrato nella parte superiore interna dello schienale del sedile, che in caso di urto laterale può contribuire a ridurre lo spostamento dei due passeggeri anteriori verso il centro dell’abitacolo, limitando quindi il rischio di collisione tra i passeggeri stessi.

“Stando ai nuovi protocolli Euro NCAP che verranno introdotti entro il 2020 – ha dichiarato Dirk Schultz, responsabile tecnico Inflatable Restraint Systems per la divisione sicurezza attiva e passiva di ZF – la protezione in caso di impatto laterale sarà un aspetto sempre più importante e influente in fase di valutazione della resistenza all’impatto”. Per garantire prestazioni superiori, infatti, il nuovo sistema è caratterizzato da un sacco esterno collegato con un cavo di ritenuta al telaio interno posteriore dello schienale del sedile, che mantiene l’airbag nella giusta posizione in caso di attivazione.

L’airbag si gonfia ad alta pressione in modo da raggiungere la rigidità necessaria per “riempire” l’area all’altezza delle spalle dei passeggeri ed evitare così un eccessivo spostamento della parte superiore del corpo e della testa verso l’interno dell’auto.

ZF sta sviluppando una serie di tecnologie progettate per aumentare la sicurezza dei passeggeri in caso di impatti laterali e l’airbag centrale ha già riscosso un notevole successo sul mercato. Il sistema è solitamente alloggiato nella consolle centrale, che però non è sempre presente in tutti i modelli, motivo per cui ZF mira a sviluppare una soluzione adatta a ogni veicolo e in grado di contribuire al raggiungimento delle 5 stelle Euro NCAP.