Roma – Recupera anche in novembre il mercato dei veicoli commerciali (autocarri con peso totale a terra fino a 3,5t), che archivia nel mese una crescita dell’8,3%, confrontandosi con lo stesso periodo dello scorso anno che a sua volta evidenziò il 1° segno di stabilità dopo molti mesi di calo.
Secondo le stime elaborate e diffuse dal Centro Studi dell’Unrae, l’Associazione delle Case automobilistiche estere, infatti, i veicoli commerciali immatricolati a novembre sono stati 10.173, rispetto ai 9.394 del novembre 2013. Una crescita dunque ad una cifra (+8,3%), considerato che proprio nel novembre dello scorso anno il mercato smise di cedere in volume.  Gli 11 mesi dell’anno in corso archiviano così 107.726 unità vendute, con una crescita del 19% sulle 90.492 unità del gennaio-novembre 2013.
<<Il recupero dei veicoli da lavoroafferma Massimo Nordio, presidente dell’Unraeè dovuto da un lato all’effetto ribalzo di un mercato che negli ultimi anni è sceso a livelli minimi e dall’altro all’impulso delle vendite a noleggio. Come già anticipato da diversi mesi confermiamo la nostra previsione per un mercato 2014 a poco meno di 120.000 immatricolazioni di veicoli commerciali, in aumento di circa il 17% sui risultati 2013, con aspettative moderatamente positive anche per il 2015. Ciò nonostante la domanda resta ancora molto bassa in rapporto alla dimensione del parco più  anziano (1.412.000veicoli ante Euro 3, il 40% del totale), segno della sofferenza persistente delle piccole e medie imprese verso le quali la prossima Legge di Stabilità sembra prevedere interventi di carattere fiscale e amministrativo, senza affrontare, però, il tema degli investimenti, che potrebbero
consentire in questo settore un’accelerazione al rinnovo del parco mezzi>>.