Hannover  – Uno sguardo al traffico sulle autostrade durante i fine settimana vacanzieri dice tutto: gli italiani utilizzano soprattutto l’auto quando vanno in vacanza. Quasi due italiani su tre (63%) preferiscono utilizzare il proprio veicolo quando viaggiano. I vantaggi sono ovvi: una maggiore flessibilità negli orari, nessuna particolare restrizione sui bagagli (come nel caso degli aerei) e una maggiore libertà di movimento una volta raggiunta la destinazione. In ogni caso, per garantire una partenza sicura e senza stress, è importante investire tempo nella preparazione del viaggio e della propria auto.

PENSARE SICURO
Passare direttamente dall’ufficio all’autostrada non è affatto consigliabile! Come sottolinea Philip von Grolman, esperto Gommadiretto.it: <<Per prima cosa, non è una grande idea intraprendere un lungo viaggio dopo una giornata di lavoro ed è importante, anche in termini di sicurezza, effettuare un controllo approfondito del veicolo prima di partire per le vacanze>>.
Dopotutto, nulla è più fastidioso di un stop forzato durante il viaggio. I controlli essenziali prevacanza devono sempre includere freni, livello dell’olio e luci.
<<Le gomme dei veicoli a pieno carico hanno molto peso da sostenere, quindi è importante che siano gonfiate in conformità con i consigli dei costruttori e che abbiano ancora un livello adeguato di battistrada. Le stesse misurazioni vanno fatte anche sulle ruote di scorta>>, spiega von Grolman.
Il battistrada minimo, fissato per legge, per le gomme estive è di 1.6 millimetri, sebbene sia consigliabile sostituirle quando la profondità del battistrada scende sotto i 3 millimetri. Gli pneumatici devono essere controllati anche per verificare eventuali danni, causati ad esempio da urti contro il marciapiede.
Come sottolinea von Grolman, effettuare un controllo degli pneumatici paga in termini di sicurezza. <<Gomme usate o danneggiate possono causare situazioni di guida pericolose o addirittura uno scoppio>>.

GIUBBOTTO DI SICUREZZA OBBLIGATORIO
Come ulteriore precauzione di sicurezza, dovrebbe essere controllato anche tutto l’equipaggiamento di base nel veicolo: un kit di primo soccorso completo e aggiornato e un triangolo di emergenza facilmente estraibile dal bagagliaio. È essenziale anche essere dotati di un giubbotto riflettente di sicurezza, obbligatorio in circolazione in Italia. Da alcuni anni, è previsto dalla legge anche in molti altri paesi europei e, chi viene trovato senza, può incorrere in sanzioni.
<<Qualsiasi sia la destinazione, è consigliabile informarsi sulle leggi in vigore in quel paese. In molti luoghi come la Svizzera, per esempio, è obbligatorio guidare con le luci accese, anche durante il giorno>>, ha dichiarato von Grolman.
Non è indispensabile invece, almeno nella maggior parte di paesi europei, la carta verde assicurativa vecchio stile. Ora è richiesta soltanto per viaggi in alcuni paesi dell’Est europeo e in Turchia.

CARICARE CORRETTAMENTE L'AUTO
Caricare i bagagli di tutta la famiglia nel bagagliaio può rivelarsi spesso una sfida. Gli esperti di sicurezza consigliano sempre di non sovraccaricare l’auto. In caso contrario, frenate brusche potrebbero causare un pericoloso spostamento dei bagagli. È importante anche ricordare che le gomme possono funzionare al meglio solo se il peso totale di carico consentito per il veicolo non viene oltrepassato. La regole basilari da seguire quando si carica l’auto: gli oggetti più pesanti sul fondo, i più leggeri in alto e, se possibile, distribuire il carico in maniera uniforme su entrambi i lati del veicolo, se necessario fissando il carico con una cinghia.