Prenderà il via, alla riapertura delle scuole, un’iniziativa antismog molto particolare. Il progetto pilota, in realtà, è stato avviato con successo a gennaio, promosso dal Comune, e fra i bambini ha riscosso un enorme successo: protagoniste sei scuole, per un totale di 500 bimbi e 70 genitori accompagnatori.
A partire da quest’anno scolastico, gli alunni di ben 18 istituti -materne, elementari e medie- potranno recarsi a scuola a piedi, con l’accompagnamento di genitori e volontari, per esempio i nonni. Proprio come avviene con lo scuolabus, sono state previste vere e proprie fermate da cui, poi, si partirà tutti insieme. I vantaggi sono molteplici: i bambini fanno movimento, arrivano a scuola più svegli, socializzano durante il tragitto e imparano a conoscere meglio il proprio quartiere, in più apprendono le regole della strada e quelle civiche. I piccoli daranno perfino delle multe, naturalmente disegnate da loro, alle auto in sosta vietata! Il progetto è finanziato dalla legge 285 ed è costato più o meno duecentomila euro. Per realizzarlo sono stati coinvolti quattro assessorati, gli enti sul territorio e la polizia locale. I vigili hanno fatto ricognizioni lungo i percorsi che portano dalle abitazioni alle scuole e viceversa e hanno predisposto la segnaletica. Questo dovrebbe servire a vincere le remore di alcuni genitori troppo apprensivi. Il progetto “A scuola con gli amici, percorsi sicuri a piedi e in bicicletta a Milano” dovrebbe accogliere un totale di 5.321 alunni. Un bell’esempio di come si possa fare davvero qualcosa di concreto sia per l’ambiente (basti pensare a quanto il traffico nelle nostre strade diminuisca alla chiusura delle scuole) che per la qualità della vita.