Continua la crescita a due cifre del mercato auto in Italia: a giugno +14,4%

È questo il tasso di sviluppo delle immatricolazioni di autovetture che hanno toccato quota 146.682. Tutta italiana la prima metà della top ten, con Fiat Panda e Punto stabili a condurre la classifica, seguite al terzo posto da Lancia Ypsilon.

Prosegue la crescita a due cifre del mercato auto italiano che sta caratterizzando il 2015. Dopo il +11,3% a gennaio, il +13,6% a febbraio, il +15,5% a marzo, il +24,7% ad aprile e il +10,8% a maggio, il tasso di crescita del mese di giugno fa segnare +14,4%.

Il risultato è positivo anche per un motivo: è cresciuto il peso degli acquisti dei privati e a questo proposito va segnalato il crescente ricorso al noleggio a lungo termine, una formula che ha avuto grande fortuna soprattutto nelle flotte aziendali ma che ora sta crescendo anche nelle scelte delle piccole imprese e in quelle dei privati che vedono nel noleggio a lungo termine una soluzione molto conveniente per disporre di una vettura senza acquistarla ma semplicemente pagando una rata, che in genere comprende anche tutte le spese di gestione tranne il carburante.

Analizzando le immatricolazioni per alimentazione, a giugno le auto a benzina raggiungono una quota del 30,8% (29,3% un anno fa), con un leggero ribasso rispetto al mese precedente (31,5%), mentre per le vetture diesel la quota di mercato resta stabile al 55,4% (55,1% un anno fa). Per le vetture a GPL la quota di mercato è dell’8,2% (contro il 9% di un anno fa), in risalita rispetto a maggio (7,9%). Il metano si attesta al 3,9% di quota (4,9% un anno fa), in leggero rialzo rispetto a maggio (3,7%). Le vetture ibride ed elettriche, infine, mantengono la quota all’1,7%, esattamente come un anno fa (1,6% a maggio 2015).

“Siamo soddisfatti di come siano andate le cose in questi primi 6 mesi anche se, per usare una metafora efficace, è come se fossimo passati da una febbre a 40° ad una di 38°. Con ciò voglio dire che ancora non è stata adottata una terapia efficace per dare sostanza al canale di vendita più importante del nostro mercato, quello delle famiglie o dei privati, che però hanno dimostrato di ben reagire agli ingenti ma necessariamente limitati investimenti messi in campo dalle Case con le loro reti”, Massimo Nordio, presidente Unrae.

Le marche nazionali nel complesso totalizzano a giugno 41.847 immatricolazioni (+20,1%) e portano la propria quota di mercato dal 27,2% di un anno fa al 28,5% di oggi. I marchi di fca (escludendo Ferrari e Maserati) totalizzano nel complesso +20%, con un andamento positivo per i brand Fiat (+12,6%), Alfa Romeo (+17%), Lancia/Chrysler (+22%) e Jeep (+309,2%). In crescita anche Ferrari (+38,9%) e Maserati (+22,3%).

Tutta italiana la prima metà della top ten di giugno, con Fiat Panda e Punto stabili a condurre la classifica, seguite al terzo posto da Lancia Ypsilon, che conquista una posizione rispetto al mese precedente, mentre la quarta e la quinta posizione spettano a Fiat 500L e Fiat 500.

Fa un balzo in avanti a giugno anche il mercato dell’usato, che con 366.431 trasferimenti di proprietà al lordo delle minivolture a concessionari registra un incremento del 13,5% rispetto a giugno 2014.

SHARE
Dal 1993 pubblicista iscritta all’Ordine dei giornalisti. Diplomata al Conservatorio, ha fatto esperienze musicali come cantante. Le piace Brahams ma ascolta Charlie Parker. Ha un debole per il sushi e la cucina cinese. Ama i gatti neri. Collaboratrice di Automotonews.com dal 2001.