Continua l’aumento delle vendite di Opel in Europa

Da gennaio a giugno il costruttore di Rüsselsheim ha venduto 582.300 veicoli, in aumento del 3% rispetto allo stesso periodo del 2014. Migliora la quota di mercato, ora al 5,9%. In Italia la crescita nei primi sei mesi è stata del 17,5%.

cq5dam.web.1280.1280-107

Opel prosegue sulla via del successo in Europa: il risultato per i primi sei mesi del 2015 è positivo, nonostante l’abbandono del mercato russo. Da gennaio a giugno, il costruttore di Rüsselsheim ha venduto 582.300 veicoli, in aumento del 3% rispetto allo stesso periodo del 2014, che ha consentito di migliorare leggermente la quota di mercato, ora al 5,9%.

“L’aumento dei volumi in più di 20 Paesi dimostra che i nostri modelli incontrano i gusti dei clienti. Nuova Opel Karl, per cui abbiamo già ricevuto 30.000 ordini, il servizio di connettività e assistenza personale Opel OnStar e nuova Astra ci daranno la forza di crescere ancora”, Peter Christian Küspert, vice president sales & aftersales di Opel Group.

Nella prima metà del 2015, Opel ha registrato un aumento delle immatricolazioni in 20 Paesi europei, tra cui Germania (+2%), Regno Unito (+4%), Francia (+7%), Spagna (+18%), Italia (+17%), Portogallo (+21%), Polonia (+20%) e Turchia (+36%). Il marchio ha visto la propria quota di mercato crescere in 13 Paesi europei. I maggiori incrementi di quota di mercato sono stati ottenuti in Macedonia, Bosnia-Erzegovina, Estonia, Bulgaria, Serbia e Polonia.

Opel ha ottenuto risultati particolarmente apprezzabili anche nel settore dei veicoli commerciali. Le immatricolazioni sono infatti salite del 25%, raggiungendo le 51.500 unità. La quota di mercato è aumentata di 0,56 punti percentuali al 4,03%. Tutti i tre modelli hanno registrato incrementi di volume: Movano è salito del 34%, Vivaro del 27% e Combo del 15%.

In Italia, alla crescita del 17,5% nei primi sei mesi hanno contribuito principalmente il successo di Mokka, cresciuta del 68,5%, nuova Corsa, che ha registrato un incremento del 28%, e dei veicoli commerciali, in crescita del 15,7%.