Dopo 40 giorni e 17.038 km si è conclusa l’Avventura Gialla della Citroen C4 Cactus. Partito lo scorso aprile dalla storica sede milanese di Citroen Italia di via Gattamelata, il viaggio ha attraversato nove Paesi (Grecia, Turchia, Georgia, Armenia, Azerbaijan, Kazakistan, Kirghizistan e Cina) per concludersi a Pechino.

L’Avventura ha ricalcato in larga parte il tragitto della “Crociera Gialla”, la famosa spedizione organizzata nel 1931 da Citroen per esplorare una parte dell’Asia e dell’Estremo Oriente, a quel tempo poco conosciuta se non addirittura sconosciuta agli occidentali. Le 15 tappe sono state percorse con una media di 500 km giornalieri, mentre la tratta più lunga di oltre 800 km è stata quella kazaka da Aktay a Mukur.

Avventura gialla Citroen-23

Ogni chilometro ha procurato una meravigliosa scoperta e i paesaggi più spettacolari si sono alternati alle emozioni derivate dagli incontri con persone di varie etnie, animali esotici e culture affascinanti. I trentini Franco e Massimo Gionco sono stati i protagonisti dell’Avventura Gialla insieme alle rispettive compagne. Reporter e fotografi, la loro ultima realizzazione editoriale è stata “Un Mondo da vivere”, un atlante di geografia vissuta, un libro dove l’avventura è protagonista assoluta.

Particolarmente interessante è stata la seconda parte del viaggio, che si è svolta nell’immenso territorio cinese: quasi 7.000 km percorsi in 15 giorni, dal lago di Karakul nell’estremo est del Paese fino alla tappa conclusiva di Pechino.