Dopo quasi 9.000 km, dune, piste rocciose e insidie attraverso Perù, Bolivia e Argentina, l’equipaggio formato da Carlos Sainz e Lucas Cruz a bordo della Peugeot 3008DKR Maxi ha vinto la Dakar 2018, terzo successo consecutivo del Team Peugeot Total nel rally più impegnativo del mondo.

Sfortunati nelle tre edizioni precedenti della Dakar, i due spagnoli si sono presi una bella rivincita, gestendo la corsa con grande padronanza e portando a casa il successo in due tappe su 13 (la 6 e la 7) al volante della loro 3008DKR Maxi n° 303. Dopo la 14esima e ultima tappa, quindi, sul traguardo argentino di Cordoba nella categoria auto Carlos Sainz ha bissato il successo del 2010. Madrileno di 55 anni, già campione del mondo rally nel 1990 e 1992, è il padre di Carlos Jr che milita in Formula 1. La sua Peugeot ha preceduto di 43’40” la Toyota del principe qatariota Nasser Al-Attiyah e l’altra Toyota del sudafricano Giniel De Villiers a 1h16’41”.

“Per me è stato un rally durissimo – ha commentato Carlos Sainz –. È probabilmente la Dakar più difficile che abbia mai disputato, anche considerando le due che ho corso in Africa. Gli organizzatori hanno preparato davvero un percorso complicato. Ci sono state talmente tante tappe faticose! Anche quelle due che hanno preceduto il traguardo sono state terribili. Il Perù è stato complicato. Ovviamente è molto gratificante per me e Lucas vincere una gara così difficile. Lo è anche per tutta la squadra Peugeot che ha fatto un lavoro straordinario in tutto questo programma Dakar. La 3008DKR Maxi è forse la vettura migliore che abbia mai guidato nel rally-raid”.

Con questa vittoria, Peugeot completa un palmarès già impressionante alla Dakar: è il 7° successo su 8 partecipazioni. Una vittoria che segna l’addio alla Dakar. Da ora, infatti, Peugeot Sport si dedicherà al campionato Fia di Rallycross WorldRX, che inizierà il 14-15 aprile prossimi a Barcellona, con Sébastien Loeb al volante di una delle Peugeot 208 WRX. Parallelamente, ci si prepara anche per il futuro campionato di Rallycross elettrico, il cui inizio è previsto nel 2020.

Nelle moto, il successo della Dakar 2018 è andato, per la prima vittoria, a Matthias Walkner (la 17esima consecutiva per KTM). Il pilota 31enne austriaco ha chiuso con quasi 17 minuti di vantaggio sull’argentino Kevin Benavides (Honda) e 23’01” sull’australiano Toby Price (KTM). Il campione in carica, il britannico Sam Sunderland (KTM), si è dovuto ritirare nelle prime fasi della gara, in Perù, a causa di una caduta. Il primo italiano nella generale è Jacopo Cerutti (Husqvarna), ventesimo. Nei quad, la vittoria della Dakar 2018 è andata al cileno Ignacio Casale; nei camion all’equipaggio russo Nikolaev-Yakovlev-Rybakov.