New York – 11 settembre 2001: la tragedia che  ha cambiato il corso della storia. Gli Stati Uniti oggi ricordano quei drammatici momenti con una serie di cerimonie. In Nuova Zelanda la nazionale Usa di rugby ha aperto le commemorazioni con una messa di suffragio poche ore prima dell’esordio ai mondiali. In campo a New Plymouth c’è stato poi il commosso minuto di silenzio che ha preceduto la gara contro l’Irlanda, in cui i giocatori americani hanno indossato una fascia nera al braccio .
A Ground Zero l’inaugurazione del memoriale dedicato alle vittime del volo 93 United Arlines, a Shanksville, in Pennsylvania. Quindi al Pentagono. E in serata l’unico discorso ufficiale di Barack Obama, dal Kennedy Center di Washington. E’ questo in sintesi il programma delle commemorazioni ufficiali per il decennale dell’11 settembre.
Ground Zero: tra le 08:00 e le 10:00 (ora di New York) nessun discorso ufficiale, ma solo poesie. Presenti oltre a Barack Obama, George W. Bush, il sindaco di New York Michael Bloomberg, i governatori Andrew Cuomo e Chris Christie, l’ex governatore di New York George Pataki e l’ex sindaco Rudolph Giuliani. Per la prima volta saranno ricordati i nomi di tutte le vittime, comprese quelle degli altri due aerei precipitati quel giorno. La tradizionale lettura dei quasi 3.000 nomi sarà interrotta da quattro momenti di raccoglimento, quattro minuti di silenzio, in corrispondenza dei due impatti sulle Torri Gemelle e del loro crollo.
Shanksville, a seguire, ore 11:00: parleranno Bill Clinton, George Bush e il vicepresidente Joe Biden. 
Pentagono, ore 12:00: cerimonia davanti alla storica sede della Difesa americana dove morirono 125 persone (tra passeggeri e funzionari) nell’impatto con il volo 77 American Arlines.
Kennedy Center, Washington, 19:30 e le 21:00: serata in onore di tutte le vittime dell’11 settembre. Barack Obama terrà l’unico discorso ufficiale della giornata. (ore 22:00)