Roma – Aumenti a go-go per i vacanzieri italiani. Quest’anno si calcola che tra lettino, ombrellone, e accesso allo stabilimento, i rincari arriveranno fino al 13%. E il Codacons, tramite il suo “Telefono Rosso” (lo sportello dedicato alle vacanze degli italiani), ha calcolato oggi che per una giornata al mare si spenderà fino a 18 euro in più rispetto al 2007. Benzina, ovviamente esclusa. Federconsumatori ha fatto i conti e ha rivelato che un abbonamento giornaliero, comprensivo di lettino, sdraio ed ombrellone può costare in media dai 19,00 ai 21,00 euro. Lo stesso abbonamento, per un mese, costa dai 550 a 610 euro. Sono ormai proibitivi, invece, i costi di un abbonamento stagionale, che può raggiungere anche la ragguardevole cifra di 1.280 euro. In media, insomma, una famiglia composta da 4 persone, per una giornata trascorsa in uno stabilimento balneare di media categoria, escluso il pranzo, spende come minimo 61 euro (1 abbonamento giornaliero, 2 lettini, 2 ingressi, 1 bottiglia d’acqua e il parcheggio). I calcoli fatti dal Codacons evidenziano invece che il rincaro maggiore si avrà per l’accesso agli stabilimenti, passato dai 4-6 euro del 2007 ai 5-7 euro di quest’anno, con un rincaro del 16,6%. Il lettino, invece, fa registrare un aumento del 4,2% mentre più consistente è l’incremento di prezzo per l’ombrellone (da 9 a 12,50 euro del 2007 ai 9,50-13 euro del 2008). Un abbonamento giornaliero costa invece dai 16-20 euro del 2007 ai 16-22 euro di quest’anno, mentre l’abbonamento stagionale è passato dai 480-590 euro dell’anno scorso ai 500-620 di quest’anno. (ore 10:23)