Londra – Jaguar Heritage Racing è il programma che vedrà il ritorno di Jaguar nelle competizioni storiche. Per la prima volta dal 1956, la C-type e la D-type correranno di nuovo a Goodwood e al Nürburgring, mentre il programma della stagione vedrà Jaguar Heritage Racing supportare molti altri eventi nel calendario delle rivisitazioni storiche, tra cui la Mille Miglia, il Pebble Beach Concours d’Elegance ed ogni gara dell’E-type Challenge nel Regno Unito. Così come Jaguar nella sua storia s’è impegnata nello sviluppo di nuovi prodotti, è arrivato il momento per investire e celebrare il suo patrimonio storico.
Adrian Hallmark, Jaguar global brand director, afferma: <<Jaguar è orgogliosa del suo patrimonio, un patrimonio vivo ed in continua evoluzione.L’innovazione ingegneristica è parte del nostro patrimonio. Quest’anno si celebra il 60mo anniversario dello sviluppo del freno a disco per uso automobilistico di Jaguar, ed i dieci anni da quando il marchio ha introdotto la tecnologia della monoscocca in alluminio d’ispirazione aerospaziale nella sua gamma, utilizzata sia sulla XJ che sulla XK. Una progettazione proiettata al futuro è parte della nostra tradizione; le rivoluzionarie peculiarità della concept C-X16 vanno oltre gli odierni confini, così come la Jaguar SS 100 fece nel 1935. Anche la competizione sportiva è parte integrante del nostro patrimonio ed è per questo che abbiamo lanciato il programma Jaguar Racing Heritage che quest’anno vedrà le Jaguar C-type e D-type di nuovo in pista>>.
Il primo evento a cui Jaguar Heritage Racing parteciperà sarà, a maggio, la Mille Miglia. Quest’anno correre la Mille Miglia avrà un particolare significato per la Jaguar, in quanto segnerà 60 anni da quando Sir Stirling Moss e Norman Dewis (allora piloti ufficiali Jaguar) utilizzarono per la prima volta i freni a disco su una C-type. Più tardi, in quello stesso anno, Sir Stirling Moss conquistò la prima vittoria a Reims alla guida di una C-Type con i freni a disco, spianando la strada all’utilizzo su vasta scala di una tecnologia che oggi noi consideriamo scontata.
Ad agosto, il team Jaguar Heritage Racing sarà al Nürburgring per l’Oldtimer Grand Prix. Il Nürburgring è considerato uno dei circuiti più difficili del mondo, ed è per questo che Jaguar ha lì un proprio centro prove per l’esecuzione di rigorosi test in termini di prestazioni e resistenza dedicata alla sua attuale gamma di vetture.
Frank Klaas, Jaguar Land Rover global head of communications, afferma: <<Il Nürburgring rappresenta una sfida motoristica unica, a cui i tecnici Jaguar continuamente sottopongono i nostri modelli attuali e futuri per perfezionarne la loro qualità, resistenza e risposta dinamica. Quest’anno vedere anche le vetture storiche Jaguar in azione sul circuito del Nürburgring sarà affascinante. Dopo la Germania, il team tornerà a settembre in Inghilterra per il Goodwood Revival, l’evento più affascinante del calendario delle rivisitazioni storiche, che offre uno splendido sfondo nostalgico per una serie di competizioni in cui lo Jaguar Heritage Racing con la C-type e la D-type farà la sua parte>>.
Presenza costante nel mondo delle rivisitazioni storiche e delle competizioni sportive, JD Classics preparerà sia la Jaguar C-type che la D-type che scenderanno in pista e di cui avranno la responsabilità per tutte le attività nei giorni di gara.
Derek Hood, amministratore delegato di JD Classics, ha dichiarato: <<Le Jaguar sono state al centro della nostra attività per molti anni, e l’opportunità di lavorare con lo Jaguar Heritage Racing e garantire che l’azienda sarà ben rappresentata nelle odierne competizioni storiche ci rende felici come quando, per gli stessi modelli, lo fummo in passato>> .
Il programma Jaguar Heritage Racing integrerà le attività dello Jaguar Heritage, una fondazione di beneficenza custode di una vasta collezione di preziosi modelli Jaguar del passato, tra cui l’unico prototipo della XJ13. Le auto non correranno in pista, ma saranno esposte in un gran numero d’eventi nel corso del 2012. (ore 13:22)

NO COMMENTS

Leave a Reply