Mosca – L’appuntamento un po’ pazzo e un po’ fun sull’ippodromo ghiacciato di Mosca ha avuto quest’anno un paio di motivi di interesse, anche al di fuori del contesto russo, per la presenza di piloti stranieri in pista con i pneumatici Continental ContiIceContact e di una testimonial conosciuta anche nel nostro Paese. In particolare, rilevante la presenza di Alberto Bergamaschi, p.r. di Continental Italia, ospite di Continental Russia come pilota della Casa di Hannover a fianco dei più famosi driver ex formula 1 Alain Prost e David Coulthard, ospiti rispettivamente degli altri due sponsor della manifestazione, Dacia e Red Bull.
Continental ha equipaggiato tutte le quaranta vetture in gara portando sul circuito 312 pneumatici ContiIceContact. Si tratta di coperture invernali con battistrada asimmetrico a lamelle dotato di mescola soft-compound capace della massima aderenza sul terreno gelato, equipaggiate con chiodi antighiaccio di tipo cosiddetto “diamond” in virtù della particolare configurazione poliedrica della superficie esterna di appoggio. A differenza dei normali chiodi a punta cilindrica, quelli di forma a diamante offrono una maggiore estensione degli angoli di presa sia in longitudinale che in trasversale, ed hanno quindi una superiore attitudine a frantumare la lastra gelata e ad aggrapparsi quindi alla superficie resa rugosa. La capacità di ritenzione del chiodo all’interno degli alveoli è assicurata da uno speciale collante che ne impedisce la fuoriuscita anche nelle condizioni limite di trasmissione al suolo di elevate potenze.
Za Rulem, che letteralmente si traduce corsa dei campioni, si disputa su quattro batterie che vedono dieci auto ciascuna inseguirsi sull’ovale ghiacciato dell’ippodromo. Data la scarsa aderenza si assiste a “numeri” spettacolari di alta acrobazia, di cui sono maestri i campioni russi della specialità. La finale viene disputata dai sei equipaggi più veloci.
<<E’ un modo di correre particolare per noi europei, pure abituati a competizioni invernali – spiega Alberto Bergamaschi, che divideva la Citoen Saxo Vts 180 cavalli col campione russo di rally Anton Zacharov – Si viaggia sempre in quinta marcia, in rettilineo a 160 km/h e in curva a 130 km/h. Il sistema per andare forte è fare sponda appoggiandosi costantemente ai muri di neve, senza preoccuparsi dei danni alla macchina. Poi ci pensano i pneumatici a raddrizzare le traiettorie ed a portarti fuori dalla curva>>.
Testimonial di Continental alla manifestazione l’attrice Marina Kazankova, conosciuta anche in Italia per aver recitato in alcune fiction (“Capri”, “Provaci ancora prof”, “Lo zio d’America”, “Commesse”, “Le ragazze di Piazza di Spagna”), che ha inanellato alcuni giri di pista al volante della vettura di Continental.
<<Ho disputato in passato qualche gara in circuito in Italia – ha spiegato Marina – ma pilotare un’auto sul ghiaccio facendo affidamento solo sulla qualità dei pneumatici è un’esperienza impagabile, dovrò pensarci per l’anno prossimo>>.
La temperatura “mite” di soli cinque gradi sotto zero ha attirato sulle tribune dell’ippodromo circa tremila spettatori. (ore 13:25)

NO COMMENTS

Leave a Reply