Quattro chiacchiere con l’autore ed aperitivo

Quattro chiacchiere con l’autore ed aperitivo

0 4

Milano – Scoprire i nuovi libri sulle automobili parlandone direttamente con i loro autori. “Quattro chiacchiere con l’autore ed aperitivo”, la serie di incontri organizzati settimanalmente dalla Libreria dell’Automobile nella sede milanese in corso Venezia 45, si propone con un’iniziativa culturalmente stimolante, di avvicinare gli appassionati alle ultime più intriganti pubblicazioni. Fra queste la Libreria dell’Automobile ha scelto recentemente anche “Leggera come una Lotus” (vedi Automotonews.com del 24 novembre 2011, rubrica “Libreria”) e ha messo dunque a confronto l’autore con il pubblico che ha avuto così modo di avere una presentazione “in presa diretta” del libro e di levarsi qualche curiosità sul mondo Lotus di ieri e di oggi.
Leggera. Non è certo la prima caratteristica che ci viene in mente se pensiamo ad un’automobile sportiva e probabilmente non è il primo requisito che chiederemmo a riguardo. Potente, semmai. Eppure, Lotus, in oltre 60 anni di storia, ha costruito il suo successo proprio sulla leggerezza dei suoi modelli perché, come diceva il profetico fondatore del marchio Colin Chapman, “più potenza fa andare veloci in rettilineo, meno peso fa andare veloci ovunque”. Non a caso, a legare idealmente fra loro tutte le Lotus c’è una costante tensione all’innovazione tecnologica ed una ricerca quasi maniacale della leggerezza. Questo concetto, che è diventato il principio alla base della filosofia della Lotus, ha permesso al costruttore inglese di espugnare negli anni le piste più competitive del mondo, ma soprattutto di conquistare i cuori di tantissimi appassionati di vetture granturismo e sportive di tutte le epoche.
 L’appassionante vicenda della Lotus e del suo geniale creatore è raccontata in “Leggera come una Lotus” di Paolo Ferrini, il primo libro scritto in italiano interamente dedicato al costruttore di automobili inglese, alla sua storia, ai suoi modelli ed alle tantissime vittorie raccolte nelle più prestigiose competizioni automobilistiche di tutti i tempi.
<<Per molti il nome Lotus è legato soprattutto alla Formula 1 – spiega l’autore – Questo perché Lotus ha vinto molto e perché con i suoi colori hanno corso alcuni dei piloti più celebri della storia delle corse, come Stirling Moss, Graham Hill, Jim Clark, Jochen Rindt, Emerson Fittipaldi, Ronnie Peterson, Mario Andretti, Mika Hakkinen, Ayrton Senna e molti, molti altri. Tuttavia, c’era anche un’altra storia da raccontare, che credo che in pochi conoscano, quella di un giovanotto inglese che, armato solo di passione e di una genialità fuori dal comune, ha costruito dal niente una delle realtà più interessanti ed importanti del panorama automobilistico internazionale>>.
Molto del libro, infatti, ruota intorno al personaggio di Colin Chapman, “The Genius”, l’uomo capace di intuizioni geniali, che con le sue idee spesso contro-corrente ha rivoluzionato il mondo delle corse e dato vita ad un concetto di automobile sportiva assolutamente inedito. Una figura emblematica, caratterizzata da forti passioni, grandi entusiasmi ed indimenticabili scatti d’ira, che a quasi trent’anni dalla sua prematura e misteriosa scomparsa, fa ancora parlare di sé e delle sue idee all’avanguardia. Non mancano le curiosità, gli aneddoti, quei particolari meno noti capaci di far comprendere meglio la storia del marchio Lotus e dei tanti modelli realizzati dal 1948 ad oggi. Ed inoltre, nelle ultime pagine del libro, c’è anche l’elenco completo, “Tutte le Lotus, tutte!”, con indicazione delle date di produzione ed alcune note particolari delle vetture. (ore 14:50)

NO COMMENTS

Leave a Reply