Washington – Il Board of pardons and paroles della Georgia, la commissione per la grazia e la libertà condizionata, della Georgia ha deciso di sospendere, a poche ore dall’esecuzione della sentenza, la condanna a morte di Samuel David Crowe, condannato a morte nel 1988 per aver ucciso il proprietario della compagnia di legname per cui lavorava. L’uomo aveva confessato il delitto e nonostante i vari appelli presentati, l’ultimo era stato respinto poco tempo fa dalla la Corte Suprema, non era riuscito a farsi commutare la sentenza di morte.
Crowe, 47 anni, aveva già mangiato quello che pensava fosse il suo ultimo pasto, una bistecca, quando il suo avvocato è giunto con la notizia che la pena era stata commutata nell’ergastolo.
Non si conosce la motivazione della grazia. (ore 10:16)