Dubai – Stando a quanto rivelato dalla tv satellitare “al-Arabiya”, l’uomo più ricercato del mondo, il terrorista islamico Bin Laden, si nasconderebbe nel Nord del Pakistan nelle vicinanze del monte K2.
Secondo il media, ei giorni scorsi i responsabili della sicurezza e dell’esercito americano si sarebbero riuniti nella base militare di Doha, nel Qatar, per fare il punto della situazione sulla caccia al capo di al-Qaeda (al summit avrebbe partecipato anche l’ambasciatore Usa a Islamabad, Anne Peterson) e preparare un’operazione militare di vasta portata che interesserà tutta la parte settentrionale delle aree tribali pakistane.
Il timore è che da quel luogo Bin Laden stia pianificando nuovi attentati in occidente servendosi di cittadini arabi ma anche di europei convertiti di recente all’Islam.
Intanto, mentre le tribù pakistane tramite “al-Jazeera” si sono affrettate a smentire la presenza del leader terrorista nella loro zona, si allarga il fronte del sostegno ad al-Qaeda. Oltre ai talebani afghani, anche il movimento integralista dei Fratelli Musulmani, che finora aveva espresso posizioni diverse, ha deciso di cambiare strategia e ha definito Osama “un mujahid che combatte sinceramente per resistere all’occupazione straniera per avvicinarsi ad Allah”. (ore 10:20)