Un altro rally assassino, ancora due morti

Un altro rally assassino, ancora due morti

Santopadre (Frosinone) – Un altro rally assassino, e ancora due morti. Anche se la tragedia è accaduta non durante la gara ma metre venivano effettuati dei test sul percorso. E’ accaduto nella notte sul circuito del rally in programma domenica prossina a Santopadre. Francesco Cascone, 27 anni, di Sora, e Vittorio Canestraro, 52, di Fontechiari, rispettivamente pilota e navigatore sono usciti fuori strada e si sono sfracellati in un burrone. Sono morti sul colpo.
La tragedia si è verificata in località Barbarossa in un tratto caratterizzato da tornanti e strapiombi. Cascone e Canestraro sono morti dopo un volo di venti metri. I soccorsi sono scattati in pochi minuti, ma vigili del fuoco, carabinieri e Protezione Civile hanno impiegato un discreto lasso di tempo per raggiungere la vettura. L’oscurità non ha facilitato l’individuazione della Clio. La procura di Cassino ha aperto un’inchiesta. L’organizzatore del rally ha immediatamente sospeso la manifestazione, rinviata a data da destinarsi.
I rally, in provincia di Frosinone, hanno già fatto vittime in passato. Durante il rally di Alatri, a causa di una macchina uscita fuori strada, nel 2006, venne travolto e ucciso un ventiduenne.
Il 22 luglio scorso un’altra tragedia nel mondo dei motori. Il pilota Valerio Catelani, 37 anni, e la navigatrice Daniela Bertoneri, 34 anni, sono morti carbonizzati nella loro Peugeot 207 S2000 incendiatasi dopo un’uscita di strada al 47mo Rally Coppa Città di Lucca. L’incidente avvenne nella notte in località Brancoli, dopo 3,5 km della quarta prova speciale. La gara venne sospesa dagli organizzatori. Catelani e Bertoneri erano una coppia anche nella vita.

NO COMMENTS

Leave a Reply