Lamezia Terme – Carlo Rambaldi, il grande creatore di effetti speciali, è  morto a Lamezia Terme (Catanzaro), dove viveva da dieci anni. Era nato il 15 settembre 1925 a Vigarano Mainarda (Ferrara). Tra i numerosi altri film ai quali ha collaborato, oltre ai tre per i quali aveva ricevuto l’Oscar (“King Kong” di John Guillermin, “Alien” di Ridley Scott ed “E.T. L’extra-terrestre” di Steven Spielberg) ci sono anche “Incontri ravvicinati del terzo tipo” (1977) sempre di Spielberg, e “Dune” (1984) di David Lynch. Pittore e scultore, era entrato nel mondo del cinema italiano lavorando a pellicole come “Terrore nello spazio” di Mario Bava e “Profondo rosso” di Dario Argento.
Era profondo il legame di Carlo Rambaldi con la Calabria: la moglie Bruna è originaria del Crotonese e la figlia Daniele vive a Lamezia Terme; nel 2008 il Comune di Altomonte gli aveva conferito la cittadinanza onoraria e proprio nel giugno scorso anche a Lamezia si era discusso dell’eventualità di concedergli le chiavi della città in cui Rambaldi viveva ormai da dieci anni; a Diamante quattro anni fa gli venne dedicato un gelato (lo chiamarono E.T.).

NO COMMENTS

Leave a Reply