Napoli – A causa delle irregolarità commesse nella gestione del Commissariato per l’emergenza rifiuti la Procura di Napoli ha emesso 25 ordini di custodia cautelare che interessano anche diversi personaggi illustri della provincia Partenopea. Fra gli interessati alle misure restrittive, che avrebbero il beneficio dei domiciliari, dipendenti e funzionari della struttura: il prefetto di Napoli Alessandro Pansa, Marta De Gennaro, già vice del sottosegretario Guido Bertolaso, e responsabile del settore Sanità della Protezione civile, Michele Greco, dirigente della Regione Campania. Le accuse sono di traffico illecito di rifiuti, falso ideologico e truffa ai danni dello stato.
Anche i vertici della Ecolog, la società titolare dei treni con cui fino al 2007 sono stati trasferiti i rifiuti campani in Germania, sono tra i 25 destinatari dell’ordinanza di custodia cautelare emessa dai Pm di Napoli. Si tratta dell’amministratore delegato Roberto Cetera e del direttore tecnico Lorenzo Miracle. Secondo quanto si apprende, l’indagine dei Pm Paolo Sirleo e Giuseppe Noviello riguarderebbe proprio i treni spediti in Germania e in particolare i codici con cui venivano contrassegnate le ecoballe. (ore 10:49)