Roma – Quattro Bmw X6 e una Mercedes E220 CDI rubate, per un valore complessivo di 320.000 euro, sono state recuperate nell’operazione portata a termine negli scorsi giorni dai Carabinieri (Legione Emilia Romagna – stazione di Castelnovo Sotto) grazie alla partnership con LoJack.
Le vetture, ritrovate all’interno di un casolare in aperta campagna a Castelnovo di Sotto (RE), erano state rubate negli scorsi giorni in diverse località: 3 in provincia di Roma, 1 in provincia di Vicenza e 1 in provincia di Varese. Il dispositivo in radiofrequenza LoJack, installato su una delle X6 ritrovate, ha guidato gli esperti della società americana e le Forze dell’Ordine al recupero dei veicoli.
I carabinieri hanno così rinvenuto e smantellato una base logistica utilizzata per la raccolta e lo smistamento di auto rubate utilizzate da un’organizzazione criminale (su cui sono in corso le indagini) particolarmente attiva nell’area della bassa reggiana, che con ogni probabilità provvedeva in una fase successiva a riciclare le auto in altri Paesi.
I dati in possesso di LoJack confermano come sempre più spesso le auto rubate siano al centro di traffici internazionali che le conducono in poche ore lontane dal posto in cui è avvenuto il furto. Proprio per garantire una maggiore efficacia a livello internazionale delle attività di rilevamento e recupero, LoJack ha costituito, insieme ad altri 8 operatori internazionali, un’associazione denominata Etna (European Tracking Network Association).
Il recupero avvenuto in provincia di Reggio Emilia conferma la tendenza dei furti di veicoli dei brand premium Mercedes e Bmw, che nel 2011 hanno toccato quota, rispettivamente, 4.397 e 4.609 veicoli.
L’Emilia Romagna figura, peraltro, tra le regioni con i più alti tassi di recupero di veicoli rubati, con il 78,49% a fronte una media nazionale ferma al 45,28%.
I sistemi LoJack hanno raggiunto una percentuale di successo del 90% nel recupero di veicoli rubati su più di 8 milioni di unità installate, per un totale di oltre 300.000 veicoli recuperati pari a un valore superiore ai 4 miliardi di dollari.
Le soluzioni di rilevamento e recupero, come in questo caso, possono contare sulla diretta integrazione con l’attività delle Forze dell’Ordine e si estendono a diversi settori: automobili, motoveicoli, MMT, veicoli commerciali, camion e laptop.