Parigi – Combattiva su tutti i fronti, Peugeot ha deciso di partecipare a una corsa mitica, impegnativa e di fama internazionale: la Pikes Peak 2013 e punta a vincere la gara il 30 giugno a Colorado Springs negli Stati Uniti. In quest’ottica, ha riunito i partner migliori per questa corsa dal carattere esclusivo: una Peugeot 208 T16 Pikes Peak, Total, Red Bull, Michelin e Sébastien Loeb.
L’offensiva di Peugeot, illustrata dall’internazionalizzazione delle vendite e dal successo della nuova 208, trova il suo naturale prolungamento nella partecipazione a una corsa mitica che aveva già contribuito al successo di Peugeot all’epoca delle leggendarie 205 T16 e 405 T16 Pikes Peak.
Esattamente 100 anni fa, Peugeot otteneva la sua prima vittoria nell’automobilismo sportivo a Indianapolis. I successi del Marchio nelle competizioni sono molti e spesso mitici. Quelli di Pikes Peak hanno segnato la storia dell’automobilismo internazionale e fanno parte del Dna di Peugeot. Nel 1988, la vittoria di Ari Vatanen al volante della 405 T16 rimane indimenticabile, per i record battuti e per il leggendario film Climb Dance. Peugeot si è imposta di nuovo a Pike Peaks nel 1989, questa volta con l’americano Robby Unser. Pikes Peak è una corsa in salita unica, per il suo tracciato completamente asfaltato dall’anno scorso, composto da 156 curve su una distanza di 20 km, che si disputa a un’altitudine compresa tra 2 800 e 4 300 m, il punto più alto del tracciato. Unica anche per la sua longevità: è la seconda corsa più antica che si disputa in America dopo Indianapolis. Tutto ciò la rende tanto spietata quanto complessa, il che spiega la difficoltà della sfida! Peugeot si è iscritta con il numero 208 nella categoria Unlimited, la categoria regina, con un unico obiettivo: vincere.
Per massimizzare le sue possibilità di vittoria con la 208 T16 Pikes Peak, Peugeot ha riunito intorno a questo progetto eccezionale i partner migliori. Così Total, Red Bull, Michelin e Sébastien Loeb, il nove volte campione del mondo rally, hanno risposto all’appello di Peugeot, con il supporto di Citroën, che ha autorizzato il suo pilota di punta a partecipare a questa gara, a questa sfida che non è ancora iniziata. Tutti i protagonisti sono pronti, rimane da togliere il velo a colei che permetterà quest’ascesa: la 208 T16 Pikes Peak.
Il successo commerciale della nuova 208 (300 000 unità prodotte a fine febbraio 2013) e la presentazione alla stampa della 208 GTI, in questi giorni, sono emblematici del dinamismo di Peugeot. I successi di Peugeot sono stati sempre accompagnati da successi sportivi. In quest’ottica, accettare la sfida di una corsa mitica, fuori dagli schemi, straordinariamente impegnativa, che ha già contribuito alla fama di Peugeot alla fine degli anni Ottanta, è una decisione che si impone in modo del tutto naturale.

NO COMMENTS

Leave a Reply