New York – Dopo circa vent’anni la Grande Mela ha nuovamente un sindaco democratico.
Bill De Blasio, origini italiane, è stato elettto primo cittadino con una vittoria schiacciante sul rivale Joe Lhota. Per il primissimo commento il neoeletto sindaco si affida a Twitter con un semplice “Grazie New York”. De Blasio ha ottenuto un ampio consenso soprattutto da afroamericani (92% secondo i sondaggi) e ispanici (82%).
<< Supereremo gli ostacoli. Non smetterò mai di combattere per la città che amo. Come sindaco non dimenticherò mai che lavoro per voi. La nostra città non deve lasciare nessuno indietro >> : sono i primi concetti espressi dal nuovo sindaco, sul palco insieme alla moglie Clara e ai figli Dante e Chiara.
Il presidente Obama si è congratulato con De Blasio e si è detto disposto a lavorare insieme nei prossimi mesi per ampliare le opportunità economiche per le famiglie della classe media.
A Sant’Agata De Goti (Benevento), paese natale del nonno materno di De Blasio, hanno brindato con uno spumante di Falanghina, vitigno autoctono tipico campano, l'elezione a sindaco di New York. Nella sala dell'ex cinema del paese, dove è stata seguita ininterrottamente la lunga giornata elettorale di Bill De Blasio, in prima fila c’era il sindaco di Sant'Agata, Carmine Valentino, che ha apprezzato molto il saluto del “collega” all'esito elettorale.
Il nuovo sindaco di New York ha citato il paese dei nonni e la Campania << a dimostrazione – ha detto Valentino – che non ha dimenticato le proprie radici. Sono orgoglioso e convinto che farà bene, non solo in America ma anche alla nostra regione, in particolare a Sant'Agata de' Goti >>.
Indubbiamente New York avrà un sindaco molto diverso dal predecessore Bloomberg, De Blasio infatti ha le idee molto chiare sui cambiamenti da apportare alla città: più tasse per i ricchi così da trovare fondi per scuole pubbliche università e ospedali, stop alle agevolazioni fiscali a costruttori che fanno a gara per ricoprire Manhattan di grattacieli per miliardari e soprattutto un cambio radicale nella politica della polizia, che deve rinunciare allo “stop and frisk, la tattica razzista usata per fermare i sospetti (quasi sempre giovani black o latinos).
Ed a chi lo accusa di avere idee velleitarie lui risponde << Dicono che sono idee ambiziose, per me sono solo buone idee >>.