Herning – Marco Orsi proverà a fare una scorpacciata di buoni risultati agli Europei in vasca corta di Herning  che si svolgeranno dal 12 al 15 dicembre 2013. Intanto si concede ad una lunga intervista.

– Quali sono le tue più grandi passioni oltre al nuoto?
Senza dubbio il cibo e i motori. Nutella e cioccolata Kinder mi danno una preoccupante dipendenza, semplicemente non resisto anche se la dieta non me lo permette. La velocità da buon bolognese è nel sangue. Ho una passione infinita per la Lamborghini alla quale cerco di ispirarmi in acqua. Potenza e velocità.

– Ti diletti di motori quindi?
Mio padre è un grande appassionato di motori, mi ha attaccato questa passione inarrestabile. Non ci perdiamo una gara di F1 o MotoGP. Ogni gara è una botta di adrenalina.

– Hai mai avuto l’occasione di divertirti in pista?
Sfortunatamente non sono mai riuscito ad avvicinarmi ad una pista, anche se ho avuto occasione di andare a vedere qualche gara di F1. Però ho guidato su strada una Ferrari 458 e con mio padre una California. Che emozioni!

– Musica. Che generi ascolti? Quali sono i tuoi artisti preferiti?
Non ho un genere in particolare, ascolto quasi tutta la musica. Max Pezzali mi rilassa. Ecco, non ascolto metal e punk rock!

– In macchina, radio o Cd?
Tutti e due, ma per ascoltare musica prediligo la chiavetta USB, molto più comoda. Mi creo la mia playlist con i pezzi che preferisco e li sparo a tutto volume.

– Film. Sei uno da film impegnati e psicologici, da pura adrenalina o tutti e due?
Adoro i film d’azione e pura adrenalina, ma anche quelli impegnativi mi intrigano. Sono un fifone, quando guardo un horror devo stringere la mano a qualcuno. Grande, grosso e fifone!

– A tavola cosa ti piace?
Tutto. A tavola assaggio qualsiasi cosa, poi se cucina mamma Mara, ci sto ancora più volentieri!

– Cucina etnica?
Facendo nuoto ho la possibilità di girare per il mondo e penso di aver ormai provato quasi tutte le cucine straniere.

– Hai mai sperimentato i fornelli?
Sono un gran cuoco! Con qualche lezione privata da mamma e sorella, sono riuscito a non far ancora scoppiare un disastro in cucina. Abitando da solo, ho dovuto imparare e ora me la cavo egregiamente.

– Riesci a conciliare la tua passione per il cibo con una dieta equilibrata?
É difficile conciliare le due cose, fortunatamente il nutrizionista mi ha fatto una dieta adatta a me e alle mie esigenze, ma non rinuncio a qualche scappatella gastronomica.

 – E’ più goloso Marco Orsi o l’Orso Yoghi?
L’Orso Yoghi di miele, Marco Orsi di tutto.

– Parliamo di palestra. Quanto tempo passi in sala pesi per prepararti?
Nella preparazione sono previsti 2-3 allenamenti da un’ora circa di palestra. Per un velocista la palestra é fondamentale, ma mi piace stare in palestra il giusto per farmi andare forte in acqua.

– Curi il tuo fisico per la pratica sportiva ovviamente, ma se facessi un lavoro diverso, saresti palestra-dipendente?
Assolutamente no. Mi piace avere un fisico scolpito ma grazie al nuoto. Se facessi qualcos’altro, ci andrei saltuariamente. La piscina è sicuramente un ambiente più salutare.

– Quando sei fuori dalla vasca come preferisci passare il tempo?
Esco con gli amici, gioco alla playstation e vado al cinema. Quando gli allenamenti o le gare me lo permettono mi piace stare in compagnia dei miei amici, svagarmi, fare le cose di un normale ragazzo di 23 anni. Parte della mia vita la passo in acqua seguendo una linea nera a fondo vasca, è normale aver voglia di cose normali.

– Trovi tempo per svagarti la sera?
Sì, anche se i doppi allenamenti sono pesanti, a volte esco la sera anche solo per una pizza. Per un professionista è importante concedersi momenti di relax.

– Come vivi la vita notturna?
Come tutti i miei coetanei mi diverto ad andare in discoteca, frequento club e locali bolognesi, sono l’anima del divertimento. Poi però bisogna essere professionali e rimettersi in riga per preparare al meglio gli appuntamenti importanti e raggiungere gli obiettivi prefissati.

Danimarca. Ci sei mai stato? Se sì, come ti sei trovato?
Ho girato quasi tutta l’Europa, la Danimarca era una delle mete mancanti. Sarà freddissimo, andrò in piscina con le ciaspole! Questa volta i miei genitori rimarranno a casa invece di seguirmi, ma faranno un tifo incredibile anche davanti alla tv.

– Che “souvenir” speri di portare a casa?
Spero di tornare a casa con qualcosa di pesante al collo, ma comprerò qualcosa di tradizionale del posto e la mascotte degli Europei di Herning per proseguire la mia collezione.