Swadlincote (U.K.) – C’è una classifica che, ormai da anni, vede sempre al primo posto le auto del Cavallino Rampante. E’ quella dei prezzi più elevati pagati per entrare in possesso – nelle aste specializzate o nelle trattative dirette tra privati – di una Ferrari da collezione.
Questa volta però è stato battuto ogni record, il concessionario del Derbyshire dealer Tom Hartley Jr ha infatti venduto ad un collezionista, rimasto anonimo, un’auto da competizione la 250 Testa Rossa 1957 ex Phil Hill, alla sbalorditiva cifra di 28,99 milioni di euro.
La “barchetta” registrata col numero di telaio 0704 – che è stata ceduta dal collezionista olandese Eric Heerema ora residente in Inghilterra – vanta una carriera agonistica di tutto rispetto: al via nella 24 Ore di Le Mans del 1957, la Testa Rossa vinse l’anno successivo la 1.000 km di Buenos Aires e la 12 Ore di Sebring guidata, in entrambi i casi, da Phil Hill e Peter Collins. Dopo una seconda “vita” sulle piste americane nelle mani di un cliente Usa (16 vittorie in totale), la Ferrari “del record” venne donata nel 1967 all'Henry Ford Museum di Dearborn, nelle vicinanze di Detroit, dove è rimasta esposta per 30 anni.
Il valore esorbitante dell’auto è dato non solo alla rarità del modello  (è considerata una delle 5 Ferrari più importanti al mondo), ma anche al fatto che tutto è nelle condizioni originali, senza alcun intervento di restauro.
Con i 28,99 milioni di euro la Testa Rossa 1957 ex Phil Hill supera la precedente auto più cara al mondo, la Ferrari 250 GTO del 1962 posseduta dal campione Stirling Moss, ceduta nel giugno del 2012 per il corrispettivo di 26,2 milioni di euro. E anche in questo caso a vendere era stato il “lungimirante” Eric Heerema che aveva visto accrescere di due o tre volte il valore delle sue Rosse di Maranello acquistate pochi anni prima.