Cupertino – Spesso l’invio di un semplice messaggio di testo dal cellulare può comportare situazioni imbarazzanti, come nel caso in cui il correttore automatico “scriva” qualcosa di diverso. Un meccanismo che a volte, oltre alle modifiche appropriate, cambia parole non riconosciute generando refusi. In questi casi l’unica opzione è inviare nuovamente il testo con la frase corretta.
La Apple, ben consapevole di questo inconveniente, ha studiato una soluzione al problema ed ha depositato un brevetto attraverso il quale si potranno modificare gli sms inviati con il cellulare prima che giungano al destinatario.
Il brevetto si chiama “Transient Panel Enabling Message Correction Capabilities Prior to Data Submission” e ha alla base un sistema che fornisce agli utenti una seconda possibilità: dovrebbe permettere di cambiare il testo di un messaggio inviato, purché ci si renda conto dell'errore prima che sia arrivato a destinazione. In generale, con questo brevetto il colosso di Cupertino punterebbe a migliorare i suggerimenti del correttore automatico, cercando quindi di minimizzare quelli fuorvianti. La nuova tecnologia consentirà, quindi di correggerne eventuali refusi, ma in un periodo di tempo molto ristretto prima che il trasferimento dati sia stato completato.
Un'altra parte del brevetto, invece, indica che il sistema riconoscerà la lingua utilizzata in un messaggio di testo e automaticamente mostrerà all'utente la conformazione ad hoc della tastiera in modo da poter rispondere in maniera appropriata. Funzionalità utile a coloro che utilizzano più lingue mentre scrivono.
Ovviamente al momento si tratta solo di un brevetto depositato, non è dato sapere se e quando Apple lo applicherà ai suoi dispositivi.