Oman – Da aprile 2013, un Mercedes-Benz Unimog 1300 L è la casa mobile di Jennifer e Peter Glas che hanno deciso di partire per il loro viaggio di nozze senza limiti di tempo a bordo della loro “Glaarkshouse”, il cui nome deriva dai cognomi dei due avventurosi sposini.
<<Se deve essere un veicolo a portarci in capo al mondo, allora che sia un Unimog>>: a questo ha pensato la coppia quando ha deciso di acquistare un Unimog U 1300 L (serie 435), del 1986. Nonostante le sette tonnellate di peso a serbatoio pieno, con 540 litri di diesel e 180 litri di acqua potabile a bordo, l’autocarro ancora oggi garantisce sicurezza e sorprendente agilità in ogni situazione grazie a bloccaggio dei differenziali ed assi a portale. L’affidabilità senza pari dell’Unimog, la capacità dei serbatoi, l’alimentazione a energia solare ed una piccola zona dedicata agli impianti sanitari, rendono la “Glaarkshouse” un autentico camper per globetrotter, che consente di viaggiare liberamente anche su terreni accidentati per giorni e giorni lontano da qualsiasi infrastruttura.
Il viaggio ha avuto inizio ad aprile 2013 quando la coppia è partita alla volta dell’Europa sud-orientale verso l’altopiano anatolico: nessun percorso era troppo accidentato, nessun guado troppo profondo o sentiero troppo ripido. Superato questo primo esame in Turchia, è stata la volta dell’Iran. Con le dune di sabbia del deserto di Dasht-e-Kavier, la sfida si è fatta più impegnativa. L’agilità con cui il 435 si è lasciato alle spalle sabbia e pietre è straordinaria, quanto la sorpresa della popolazione locale che, ad occhi sgranati, si è trovata davanti l’inconsueto mezzo di trasporto. Innumerevoli le occasioni in cui i fan Mercedes-Benz si avvicinavano curiosi per dare un’occhiata sotto al veicolo o al vano motore.
Dopo alcune indimenticabili settimane in Persia, Jennifer e Peter Glas hanno finalmente potuto sottoporre il loro compagno di viaggio a quattro ruote ad un’autentica prova del nove in Oman: anche qui nessuna duna si è rivelata troppo ripida, nessun deserto troppo esteso e nessuna spiaggia irraggiungibile. Durante il passaggio in Oman l’Unimog ha anche fornito assistenza ad alcuni suv rimasti insabbiati nel deserto.
Il “Glaarkshouse” ha già percorso più di 15mila chilometri. Il viaggio continua, senza limiti di tempo.