Torino – Grazie alla vittoria del Catania sulla Roma per 4-1 la Juventus ha vinto pur senza giocare il suo terzo scudetto consecutivo e 30simo della sua storia.
La Roma cade a Catania e rende inutile il confronto di lunedì sera tra bianconeri e Atalanta in quanto rimangono 8 i punti di vantaggio della Juve a due giornate dalla fine.
I primi brindisi sono avvenuti nel ritiro della Juventus, in un albergo nella prima cintura di Torino. Non appena lo scudetto è diventato ufficiale sono comparse le prime bottiglie di spumante: dirigenti e giocatori festeggiano in un locale “blindato” a Leini. Fuori dall'hotel in poco tempo si erano radunati numerosi tifosi.
"Non c'è due senza tre. Campioni d'Italia 2013/2014". Con questo messaggio sull'homepage del suo sito web la Juventus “annuncia” la vittoria del terzo scudetto consecutivo. La stessa scritta e la stessa immagine sono sulle maglie dei giocatori bianconeri che hanno festeggiato nell'hotel di Leini. Sul web l'aggiornamento arriva con un'immagine di Llorente e Pogba festanti dopo un gol: <<Prima ancora di scendere in campo contro l'Atalanta, – si legge sul sito della Juve – i bianconeri conquistano matematicamente il terzo consecutivo dell'era Conte. Un'impresa ai limiti della perfezione, che rimarrà scolpita nella storia di questo club!>>.
Immancabili i caroselli dei tifosi nel centro di Torino. Con il tradizionale rito delle auto pavesate di bianconero e con i clacson delle auto pigiati, i fans dei campioni d'Italia hanno percorso le vie del centro cittadino
<<Vincere il terzo scudetto di fila è una cosa eccezionale, questo titolo ha un significato speciale. Ma lo scudetto non è 'di' Tevez, è di tutta la squadra>>,così si è espresso Carlitos Tevez, bomber e trascinatore della Juventus, festeggiando il tricolore. <<Il campionato italiano – ha aggiunto l'attaccante argentino – è il più difficile perché è molto tattico, si gioca al millimetro>>.
<<Abbiamo avuto una grande avversaria, ma personalmente sentivo di avere sempre in mano le redini dello scudetto>>, così Giorgio Chiellini festeggia il terzo scudetto consecutivo e rende omaggio ai giallorossi. <<E' un titolo diverso, perché ogni anni è sempre più difficile – aggiunge – avevamo un avversario che non ha mai mollato, speravo che la Roma non ci facesse tirare così tanto. Ma i punti fatti sono venuti in parte grazie a loro, vicendevolmente ci siamo spinti ad andare oltre i limiti>>.
Al momento non è stata ancora organizzata nessuna festa ufficiale per celebrare il titolo conquistato.