Monterey – Mai, come in questi anni, le auto del Cavallino Rampante sono state al centro dell'interesse dei collezionisti. Dopo i record ottenuti nei giorni scorsi all'asta della Rm Auctions a Monte Carlo, dove una Ferrari 275 GTB/C del 1966 è stata ceduta per quasi 6 milioni di euro, ecco apparire nel programma dell'asta che si terrà a Monterey, in California, i prossimi 15-16 agosto un’altra Ferrari 275 GTB/4 che potrebbe stabilire un nuovo primato.
Contraddistinta dal numero di telaio 10621, questa “berlinetta” venne infatti acquistata nel 1967 da Steve McQueen alla Hollywood Sport Cars, nel periodo in cui il celebre attore girava il film 'The Thomas Crown Affair'.
Verniciata in origine in tinta “Nocciola metallizzato”, l'auto venne riportata da McQueen dal venditore per subire alcune modifiche, tra cui il cambio della tinta in “Rosso Chianti”, il montaggio dei cerchi a raggi Borrani (prelevati dalla sua 275 GTB NART Spider, che aveva subito un grave incidente), l'adozione di uno specchietto lato guida simile a quello delle Ferrari da corsa e la sostituzione dei rivestimenti dei sedili. Un lavoro piuttosto complesso, che fece tornare la Ferrari 275 GTB/4 nelle mani di Steve McQueen nel 1968, nel momento in cui l'attore era invece impegnato nelle riprese di “Bullit”.
La sportiva rimase nelle mani di McQueen fino al 1971, anno in cui venne venduta all'attore Guy Williams.
La vita della 275 GTB/4 che andrà all'asta in agosto è stata, successivamente, molto complessa, con una seconda riverniciatura (in giallo) al momento della trasformazione della carrozzeria da coupè a spider e, successivamente, un terzo cambio di colore in argento, prima di essere acquistata dal collezionista australiano Vern Schuppan.
Nel 1983la decisione di riportare la Ferrari telaio 10621 allo stato originario, quello della proprietà McQueen, con l'avvio nel 2010 del lavoro definitivo.
Il lungo restauro è stato effettuato dalla divisione Ferrari Classicheche si occupa, appunto, del ripristino e della conservazione delle auto del Cavallino. Il risultato è una vettura che oggi è praticamente identica alla Ferrari del 1967 e così “importante” dal punto vista collezionistico da essere esposta nello stesso museo della Ferrari, nella sezione dedicata alle star del cinema “From Cinecittà to Hollywood, all Ferraris in the Cinema”.
Gli esperti di RM Auctions ritengono che in agosto la Ferrari di Steve McQueen sarà una delle protagoniste di tutta la settimana di Peeble Beach, il grande evento californiano nel cui ambito si svolgerà l'asta di Monterey. RM Auction non ha per il momento espresso una valutazione, ma in precedenza altre 275 GTB/4 con certificato di Ferrari Classiche sono passate di mano per cifre attorno a 1.2/1.8 milioni di dollari, ma ad una recente asta un’altra Ferrari 275 GTB/4 ha superato i 2.2 milioni di euro.
Il nome di Steve McQueen sulla prima carta di circolazione potrebbe, però, fa salire di parecchio il valore di vendita di questa auto, candidata a stabilire nuovi record tra le Ferrari stradali, cioè senza un palmares agonistico.