Parigi – L’Autorithy francese per la sicurezza nucleare ha annunciato che in un impianto della Areva a Romans-sur-Isere, a causa di una nel sistema di canalizzazione, si è verificata la fuoriuscita di acque contaminate da elementi radioattivi, «senza impatto sull’ambiente».
Si tratta del secondo episodio di questo genere in due settimane, dopo quello avvenuto la notte tra il 7 e l’8 luglio nella centrale di Tricastin, sempre nella Francia meridionale, gestita da due società filiali del gruppo Areva. Per questo primo episodio, Areva ha ammesso, dopo un’inchiesta interna, che all’origine dell’incidente c’è stata «mancanza di coordinamento» tra chi gestiva i lavori di sistemazione in corso nell’impianto e i responsabili delle attività di sfruttamento. (ore 10:50)

NO COMMENTS

Leave a Reply