Roma – Il frammento di tundra, risalente a 14,07 milioni di anni fa, è emerso dai ghiacci delle valli McMurdo nelle Montagne Transantartiche.
Lo ha reso noto sulla rivista dell’Accademia Americana delle scienze (Pnas), un gruppo di ricerca coordinato dall’università di Boston secondo cui la scoperta aiuterà a comprendere le dinamiche del raffreddamento del clima terrestre. I fossili di organismi lacustri e terrestri, che includono muschi secchi che possono essere reidratati, gusci di piccoli crostacei intrappolati fra steli e foglie, e alghe unicellulari chiamate diatomee, mostrano un ambiente ricco di organismi diversi da tutta la vita animale e vegetale che popola oggi l’Antartide. E dimostrano che le Valli McMurdo, circa 14 milioni di anni fa, erano caratterizzate da acquitrini e da temperature estive di almeno otto gradi sopra lo zero. Poi un processo di raffreddamento improvviso e dalle ragioni ancora oscure colpì il pianeta e congelò i Poli e, a quanto dimostra la qualità della conservazione dei fossili, fu irreversibile. (ore 12:50)