Si avvia alla conclusione il cammino della Fiaccola Olimpica

Si avvia alla conclusione il cammino della Fiaccola Olimpica

Pechino – La fiaccola olimpica è finalmente arrivata a Pechino dove ad attenderla ha trovato una moltitudine di gente festante che sventolava bandiere cinesi e della Coca Cola, uno dei principali sponsor olimpici.
Unica nota stonata l’arresto di tre uomini e una donna, sono stati portati via dalla polizia stamattina a Pechino per avere esposto uno striscione Tibet libero in lingua inglese.
I quattro, ha reso noto la polizia, sono entrati in Cina con un visto d’ingresso turistico. Si sono radunati all’alba intorno alle 5 e tre quarti nei pressi dello Stadio Nazionale di Pechino (Nido d’Uccello). Due di loro si sono arrampicati su due pali della luce per esporre lo striscione. La polizia è intervenuta dopo 12 minuti, riferisce Nuova Cina, e li ha portati via per condurre indagini.
Secondo Sun, i quattro fermati sono due cittadini Usa e due britannici, e non quattro britannici, secondo quanto riferisce l’agenzia Nuova Cina. Il portavoce del Bocog ha confermato che si tratta di tre uomini e una donna aggiungendo che “la polizia sta continuando le indagini”. “
Intanto, arriva dal presidente Usa, George W. Bush, la sollecitazione a che la Cina permetta “libertà d’espressione e di religione. Dove c’é religione, c’é un posto migliore, come negli Stati Uniti – ha detto Bush – Vado alla cerimonia di apertura dei giochi olimpici per mostrare il mio rispetto per il popolo cinese”. 
Di pare avviso, la “ministra” italiana Giorgia Meloni che ha invitato gli atleti azzurri a disertare la cerimonia d’apertura dei giochi.
Affermazione che ha riscosso una cumulo di critiche. Il pugile Clemente Russo, campione del mondo dei pesi massimi, ha detto: <<Possono pure essere vicini alle mie idee, ma alcuni politici sono incompetenti: non capiscono certe cose al di fuori del loro mondo. Perché disertare la cerimonia di apertura? Tanto valeva boicottare i Giochi>>.
Il «gesto» chiesto dalla Meloni ha indispettito anche la portavoce del Comitato olimpico internazionale, Emmanuelle Moreau, che nella notte scandisce: «Deploriamo ogni invito rivolto agli atleti perché non prendano parte all’inaugurazione dei Giochi olimpici». (ore 12:00)

NO COMMENTS

Leave a Reply