Venezia – In base ad un progetto elaborato dal trasportista Pietro Gelmini e presentato dall’assessore comunale alla Mobilità di Venezia, Pietro Mingardi, pare che nel futuro della città lagunare si profili il pagamento di un ecopass per attraversare il Ponte della Libertà per i turisti che non prenoteranno prima.
Secondo il progetto, gli autobus turistici con prenotazione verrebbero fermati prima del Ponte della Liberta, nell’area cosiddetta dei Pili, mentre lo stesso Ponte diverrebbe percorribile ai mezzi di chi non ha prenotato solo con il pagamento dell’ecopass. Tutto questo si inserisce, precisa l’assessore Mingardi, in un progetto complessivo volto a controllare gli afflussi nella città lagunare, prevedendo anche un tariffario differenziato per l’accesso nei diversi periodi dell’anno.   (ore 10:00)