Caracas – Dopo la conferma della gravità della situazione in cui si trova Ingrid Betancourt data dai quattro ex deputati colombiani rilasciati due giorni fa, dopo oltre sei anni di prigionia, il presidente Hugo Chavez ha proposto la creazione di un gruppo di mediatori internazionali per il rilascio degli ostaggi nelle mani delle Farc.
“Tutti sono d’accordo ad eccezione di Uribe (presidente colombiano, ndr)”, ha detto Chavez, secondo cui si sono già espressi a favore della sua idea la Francia, il Brasile, l’Argentina e l’Ecuador e molti altri potrebbero aggiungersi.
“Bisogna fare qualcosa per salvarli – ha detto l’ex congressista Luis Eladio Perez, l’ultimo ad aver visto, il 4 febbraio scorso, Ingrid Betancourt, che pare essere molto malata oltre che psicologicamente provata – dobbiamo lavorare insieme su una serie di azioni, per sensibilizzare l’opinione pubblica e per fare pressione sulle parti perché comprendano che la soluzione è politica”.
Secondo Perez, “è assurdo pensare alla possibilità di un recupero degli ostaggi da parte dei militari; se Uribe insiste su questa ipotesi riceverà 40-50 cadaveri”. (ore 16:00)

NO COMMENTS

Leave a Reply