Milano – Non è mai stato particolarmente conciliante Max Biaggi e lo ha dimostrato per l’ennesima volta nella sua intervista al giornale Riders Italian Magazine.
Nelle sue dichiarazioni traspare ancora la sua “acredine” nei confronti del suo rivale Valentino Rossi: <<Mi dovrebbe ringraziare. Prima di me il Mondiale si trasmetteva su Tele+ e lo vedevano cinquecentomila persone. Lui è stato molto furbo in determinati momenti, con me e con la stampa. E’ sempre stato lui a stuzzicarmi. Con la bambola e non solo>>, Il riferimento è al 1997, quando Biaggi aveva una chiacchierata relazione con Naomi Campbell e Rossi celebrò il suo Mondiale nella 125 con una bambola gonfiabile con scritto “Claudia Skiffer”. Ma Biaggi ne ha per tutti, anche per quel “mostro sacro” di Michael Schumacher: << Schumacher corre in moto? Fatti suoi. Se ha voglia di rompersi le corna a 40 anni faccia pure. La moto è un hobby pericoloso per chi non c’è mai andato>>.
Poi Max si lancia in una disamina (obiettiva?) del suo carattere: <<Sono sempre stato antipatico perché mi manca una caratteristica fondamentale: la paraculaggine. La gente a cui non piace Max Biaggi non ha mai conosciuto o capito la mia timidezza. Io sono abbastanza timido. Sono diventato diffidente perché ho capito che se non stavo attento potevo essere vittima di un sistema spesso ipocrita e invidioso. Le mie fidanzate solo una copertura? Questa non mi è mai arrivata. E’ una c.. così grande che… è una bomba>>. Un po’ come lui, un esplosivo sempre innescato… (ore 15:00)