Olimpia (Grecia) – La fiaccola olimpica di Pechino 2008 è stata accesa nel sito archeologico dell’Antica Olimpia, a 320 chilometri da Atene. L’evento ha registrato la contestazione di un tibetano che ha fatto irruzione prima dell’inizio della cerimonia di accensione della fiaccola, durante il discorso di Liu Qi, presidente del Comitato organizzatore di Pechino 2008. L’uomo che è riuscito a portarsi alle spalle di Liu sventolava una bandiera nera con cinque manette al posto dei cerchi olimpici, e sotto la scritta “Beijing 2008”. Un comitato di esiliati tibetani aveva annunciato azioni di protesta ad Olimpia. La polizia greca , un migliaio di agenti sono stati dislocati nella zona intorno al sito archeologico dove si è svolta la cerimonia, ha fermato 3 tibetani per la protesta e altre 25 persone, definiti attivisti politici, che stavano tentando di raggiungere l’Antica Olimpia.
Ad accendere il fuoco olimpico, mettendo la torcia in uno specchio concavo che rifletteva i raggi solari, è stata, davanti al Tempio di Era e nei panni di un’antica sacerdotessa, l’attrice greca Maria Nafpliotou, la quale ha approfittato di un momento in cui il sole ha fatto breccia fra le nuvole che sovrastavano il sito archeologico di Olimpia. Poi la fiaccola è stata consegnata al primo tedoforo di Pechino 2008, l’atleta greco Alexandros Nikolaidis, medaglia d’argento ai Giochi di Atene 2004 nel taekwondo.
La staffetta olimpica continuerà in Grecia per sei giorni e  il viaggio della torcia finirà l’8 Agosto, quando l’ultimo tedoforo entrerà nello stadio dove sarà in corso la cerimonia d’apertura e accenderà il braciere con la fiamma che arderà durante tutta la durata delle competizioni e dopo aver attraversato le seguenti città: 2 Aprile Almaty, 3 Aprile Istanbul, 5 Aprile San Pietroburgo, 6 Aprile Londra, 7 Aprile Parigi, 9 Aprile San Francisco, 11 Aprile  Buenos Aires, 13 Aprile Dar es Salaam, 14 Aprile Mascate, 16 Aprile Islamabad, 17 Aprile Bombay, 19 Aprile Bangkok, 21 Aprile Kuala Lumpur, 22 Aprile Giakarta,  24 Aprile Canberra, 26 Aprile Nagano,  27 Aprile Seul, 28 Aprile Pyongyang, 29 Aprile Ho Chi Minh City, 2 Maggio Hong Kong, 3 Maggio Macao, dal 4 Maggio al 7 Agosto giro in Cina (in Tibet dal 19 al 21 Giugno),  8 Agosto arrivo nello stadio olimpico di Pechino. (ore 09:00)