Roma – Dalla relazione annuale della Dcsa (Direzione centrale per i servizi antidroga) è emerso che nel 2007 l’Italia ha vantato un triste primato, quello di essere tra i primi mercati al mondo per consumo di cocaina e il secondo dell’eroina. Il documento offre una dettagliata analisi sull’andamento del fenomeno del narcotraffico nella sua dimensione internazionale, nazionale e locale.
“Nel 2007 – si legge nella relazione – sono stati registrati, rispetto all’anno precedente, notevoli incrementi nei sequestri di droghe sintetiche (+193,67%), di eroina (+42,96%; 1.899,77 kg), nonché aumenti lievi nei sequestri di hashish (+0,42%)”. Complessivamente lo scorso anno sono stati sequestrati oltre 31mila chilogrammi di sostanze stupefacenti. Sono risultati invece in decremento i sequestri di cocaina (-15,32%; kg 3.927,64) e di marijuana (-8,77%). Peraltro il numero delle operazioni e delle denunce per cocaina sono state in incremento”, rispettivamente +9,06% e +3,52%. Sempre nel corso del 2007, i decessi riconducibili all’abuso di sostanze stupefacenti rilevati dalle Forze di Polizia o segnalati dalle Prefetture si sono attestati a 589 casi, con un lieve incremento (+6,90%) rispetto al 2006”. (ore 13:02)

NO COMMENTS

Leave a Reply