Presto una norma che migliori la qualità di vita degli animali

Presto una norma che migliori la qualità di vita degli animali

0 1

Roma – Chi non ne possiede uno forse non può arrivare a comprendere l’attaccamento quasi spasmodico che si può provare nei confronti di un animale con il quale si condivide buona parte delle proprie giornate, ma chi ha la fortuna di possedere un piccolo amico “non umano”, certo non potrà non esultare alla luce della proposta di legge “bipartisan”, presentata in Senato da Laura Bianconi (Pdl) e Silvana Amati (Pd), di cui si è parlato ieri a Roma in occasione del convegno “Nuove norme per la tutela degli animali d’affezione: verso una legge di riordino”.
<<Abbiamo avviato un dibattito anche con il Governo – ha spiegato la Amati – per procedere all’istituzione di una mutua per cani e gatti, ma anche alla revisione delle normative già vigenti, come la 281 del 1991 sul randagismo e la 189 del 2004 sul maltrattamento. L’obiettivo è quello di dar vita, speriamo entro il 2009, a una legge quadro che possa tutelare sotto tutti gli aspetti i diritti degli animali e delle persone che li amano>>. Fra gli obiettivi da raggiungere, quello di istituire un 118 veterinario regionale per gli animali feriti, che vanno gestiti da personale esperto per evitare di peggiorare la situazione.
Migliorare la qualità della vita degli animali domestici e dei loro proprietari, in particolare quelli meno abbienti, lotta ai canili lager, rafforzamento dell’anagrafe canina, norme ad hoc per la pet-therapy e la ratifica della Convenzione europea per la protezione degli animali da compagnia, datata 1987, gli altri temi urgenti da affrontare secondo la senatrice Amati. (ore 13:00)

NO COMMENTS

Leave a Reply