Londra blindata per il G20, ma non basta a fermare i manifestanti

Londra blindata per il G20, ma non basta a fermare i manifestanti

Londra – E’ una Londra blindata quella che si prepara a ricevere il G20. Oggi scontri fra  manifestanti e polizia nel cuore della City, undici arresti e assalto a una filiale della Royal Bank of Scotland: vetri rotti, fumo dall’interno del locale e scritta “thief” (ladri) sulle mura. Negli scontri davanti alla Banca d’Inghilterra è rimasto ferito alla testa un poliziotto. Feriti anche tra i manifestanti. Quattro i cortei contro il G20 ai quali partecipano migliaia di persone, tutti riprendono il tema dei Cavalieri dell’Apocalisse: rosso contro la guerra, verde sui cambiamenti climatici, argento contro i “crimini” della finanza, nero contro la proprietà privata.
Carica della polizia contro la manifestazione a Cannon Street, dove si sono concentrati i gruppi anarchici: gli agenti, massicciamente schierati, hanno usato manganelli per evitare che la marcia raggiungesse la sede della Banca d’Inghilterra. Un agente è stato ferito alla testa.
Undici arresti. Tre di queste sono state arrestate per possesso di coltelli, una per aver aggredito un agente di polizia. Gli arresti sono scattati dopo che gli agenti hanno fermato un veicolo blindato parcheggiato in Bishopsgate, una via che si estende presso la stazione ferroviaria di Liverpool Street. Pare che il veicolo sia stato fermato dopo aver infranto le regole di viabilità stradale. Gli agenti hanno poi scoperto al suo interno delle divise false della polizia. (ore 17:00)

NO COMMENTS

Leave a Reply